Guinness PRO14, Stadio Sergio Lanfranchi, Parma, Italy 30/12/2017
Zebre vs Benetton Treviso
Treviso's Monty Ioane
Mandatory Credit ©INPHO/Giuseppe Fama

ZEBRE RUGBY CLUB 16 BENETTON RUGBY 20, I LEONI VINCONO ANCHE IL SECONDO DERBY


 

Parma, 30 dicembre 2017

 

Marcatori: 2’ p. Canna, 7’ p. Banks, 35’ p. Banks, 39’ p. Canna, 45’ meta Hayward tr. Banks, 50’ meta Bellini tr. Violi, 68’ p. Violi, 70’ meta Budd tr. McKinley

 

Zebre Rugby Club:

15 Matteo Minozzi, 14 Giulio Bisegni, 13 Tommaso Boni, 12 Tommaso Castello (C) (72’ Ciaran Gaffney), 11 Mattia Bellini, 10 Carlo Canna, 9 Marcello Violi (72’ Guglielmo Palazzani), 8 Renato Giammarioli, 7 Derick Minnie, 6 Maxime Mbandà, 5 George Biagi, 4 David Sisi (72’ Jacopo Sarto), 3 Eduardo Bello (48’ Roberto Tenga), 2 Oliviero Fabiani (70’ Tommaso D’Apice), 1 Andrea Lovotti (77’ Andrea De Marchi)

A disposizione:
19 Valerio Bernabò, 22 Serafin Bordoli

Head Coach: Michael Bradley

 

Benetton Rugby:
15 Jayden Hayward, 14 Luca Sperandio, 13 Tommaso Benvenuti, 12 Alberto Sgarbi, 11 Monty Ioane, 10 Marty Banks (58’ Ian McKinley), 9 Tito Tebaldi (52’ Edoardo Gori), 8 Robert Barbieri (68’ Marco Barbini), 7 Abraham Steyn, 6 Whetu Douglas, 5 Dean Budd (C), 4 Marco Lazzaroni (52’ Federico Ruzza), 3 Tiziano Pasquali (60’ Cherif Traore), 2 Luca Bigi (52’ Hame Faiva), 1 Nicola Quaglio (52’ Federico Zani)

A disposizione:

23 Luca Morisi

Head Coach: Kieran Crowley

 

 

Questo pomeriggio allo Stadio Sergio Lanfranchi di Parma è andato in scena il secondo dei tre derby celtici della stagione 2017/2018 di Guinness PRO14.

I padroni di casa partono subito bene tenendo il possesso dell’ovale e cercando di rendersi pericolosi, al 2’ il direttore di gara Wilkinson assegna un calcio di punizione in favore delle Zebre e dalla piazzola Canna fa +3.

I primi minuti di gioco mostrano due squadre vive che hanno voglia di rendersi protagoniste di un grande match. Al primo affondo, in seguito ad un fallo commesso in mischia, punizione per gli uomini di coach Crowley e Banks decide di andare per i pali; il calcio dell’apertura è dentro.

Al 10’ le Zebre attaccano e provano ad andare in meta con il flanker Mbandà ma commettono in avanti sui 5 metri biancoverdi. Pochi minuti dopo sono ancora i bianconeri ad entrare nei 22 dei Leoni, fuorigioco di Pasquali ed altro calcio di punizione in loro favore. Questa volta scelgono in andare in touche, la palla viene portata a terra con le Zebre che provano a sviluppare l’azione offensiva ma commettono ancora in avanti.

Il XV del Nord-Ovest continua ad attaccare, Budd commette fallo in maul ed è punizione per i padroni di casa. Canna ci prova dalla piazzola ma il suo calcio non è preciso. Alla mezz’ora la gara è ancora in equilibrio con Zebre e Leoni che si danno battaglia per avere la meglio.

Così al 27’ azione dei bianconeri che avanzano bene palla in mano, serie di offload che portano Bellini a ridosso della linea di meta, la difesa dei Leoni tiene e lo porta fuori. I biancoverdi sono cinici, l’attacco produce una punizione e Banks dalla piazzola non sbaglia.

La difesa di Treviso è perfetta ma viene commesso un placcaggio alto su Biagi, Canna ne approfitta per pareggiare i conti della piazzola. Il primo tempo termina con le squadre in perfetta parità sul punteggio di 6 a 6.

La ripresa comincia con i Leoni che trovano il varco giusto con Benvenuti, per un attimo viene perso il possesso dell’ovale con Zebre che calciano fuori. Touche giocata veloce: Tebaldi serve Pasquali che a sua volta passa ad Hayward.. L’estremo biancoverde inventa la giocata che lo porta in meta; Banks è preciso e trasforma.

La reazione da parte dei ducali è immediata, al 50’ Canna attacca la linea difensiva dei Leoni e scarica su Bellini che va dritto in meta. Wilkinson verifica con il TMO e convalida, Violi non sbaglia la trasformazione e pareggia i conti.

Al 56’ Zebre in touche nei 22 biancoverdi con Canna, nell’azione successiva commettono in avanti e l’ovale torna in possesso dei Leoni. Serie di attacchi da parte delle Zebre con gli uomini di Crowley che tengono gli avversari fuori dalla zona rossa. Purtroppo poco dopo viene commesso fallo e Violi centra ancora i pali.

A dieci minuti dal termine l’azione della vittoria, serie di pick and go che si conclude con capitan Budd che schiaccia in meta e regala ai suoi il sorpasso; McKinley dalla piazzola è preciso.

Nel finale i padroni di casa vanno alla ricerca della meta ma Ruzza e Traore respingono il pericolo, quindi si aggiunge anche un in avanti delle Zebre nell’ultima azione.

Allo Stadio Lanfranchi termina 20 a 16 in favore del Benetton Rugby che si aggiudica anche il secondo derby della stagione.




NEWSLETTER

NEXT MATCH: Benetton Rugby vs Zebre