MATCH PREVIEW: ULSTER RUGBY VS BENETTON RUGBY

Treviso, 07 October 2021

Prima trasferta della stagione quella che attende il Benetton Rugby nell’anticipo serale del terzo round dello United Rugby Championship. I Leoni, reduci dall’entusiasmante vittoria al cardiopalma grazie al drop messo a segno a tempo ormai scaduto dalla giovane apertura Leonardo Marin contro l’Edimburgo, 28-27 il risultato finale, saranno ospiti dei nordirlandesi dell’Ulster sul terreno del Kingspan Stadium di Belfast.

Gli irlandesi, usciti vittoriosi dal confronto della scorsa settimana in casa delle Zebre per 3-36, sono tra le formazioni più in forma del torneo e secondi in classifica dopo Munster, il Benetton Rugby segue appena dietro avendo vinto le due partite finora giocate, ma senza aver racimolato punti di bonus offensivo come le due irlandesi. La partita che attende i biancoverdi è sicuramente tra le più insidiose della stagione, contro una squadra capace di archiviare contro le Zebre un’alta percentuale di possesso, 63%, e un cospicuo 85% di guadagno della linea del vantaggio. Conseguenza di un così prolungato ed efficace possesso (23.8 minuti passati in attacco) è stato un totale di 132 corse in attacco per ben 822 metri guadagnati in avanzamento; nella combattutissima partita contro l’Edimburgo invece gli uomini allenati da Marco Bortolami hanno capitalizzato 101 corse con un guadagno di 540 metri e
17.5 minuti passati in attacco, ma con una capacità di realizzazione punti nei 22 avversari pari al 63%, rispetto al 46% dell’Ulster.

Tra i migliori attaccanti biancoverdi figura Lorenzo Cannone, subentrato nella ripresa dalla panchina ma capace di condurre 10 corse in poco più di mezz’ora giocata; dietro il giovane terza linea seguono il centro Joaquin Riera con 9 corse e 43 metri percorsi, e il flanker Michele Lamaro con 8 corse e 42 metri guadagnati. Tra le fila dei nordirlandesi, uno dei sorvegliati speciali dalla difesa biancoverde sarà il trequarti ala Ethan Mcllroy, autore contro le Zebre di 13 corse, 1 linebreak con 75 metri guadagnati e 2 mete segnate; altro elemento da tenere d’occhio sarà il centro James Hume, anch’egli autore di una delle 5 mete segnate alle Zebre ma capace anche di condurre 11 attacchi con 108 metri percorsi, 4 offloads e 7 difensori battuti.

Contenere le folate offensive della linea dei trequarti irlandese sarà quindi l’obiettivo principale della difesa trevigiana, una difesa che ha ben figurato contro Edimburgo, portando un totale di 98 placcaggi complessivi con una percentuale generale di efficacia dell’89%: anche in questo caso generosa la prova difensiva del flanker Michele Lamaro che ha concluso 15 placcaggi con il 100% di efficacia. In difesa anche l’Ulster ha dato prova di estrema concretezza, 91 placcaggi totali con una percentuale generale di efficacia del 91%: la seconda linea O’Connor e il terza centro McCann i placcatori più solidi, con 11 placcaggi portati ciascuno e con una percentuale di efficacia del 100%.

Il match sarà molto combattuto soprattutto nell’area del breakdown, con Leoni e nordirlandesi che hanno fatto registrare una percentuale di mantenimento nei raggruppamenti molto simile, 97% per il Benetton e 98% per l’Ulster; grande la presenza in ruck del neoacquisto biancoverde Carl Wegner, per lui 18 ingressi, seguito dal tallonatore Gianmarco Lucchesi con 17 e dal solito Lamaro con 15.

Il confronto in mischia chiusa sarà un altro elemento decisivo nell’economia del match, con entrambe le squadre capaci di raggiungere un pieno 100% di proprie mischie vinte, anche se con una diversa percentuale di efficacia nel mantenimento, 60% per i biancoverdi e 50% per i nordirlandesi; più performante invece la rimessa laterale dell’Ulster, 95% di proprie touches vinte. Limitare le infrazioni proprio nelle fasi statiche sarà una delle chiavi di lettura del match per il Benetton Rugby; l’area di gioco dove sono stati commessi più falli rimane quella del breakdown, dove i biancoverdi hanno commesso 5 infrazioni e l’Ulster 4.

Calcio d’inizio previsto per le ore 20:35 di venerdì 8 ottobre.

Articolo a cura di Italrugbystats


Share

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner acconsenti all’uso dei cookie.

OK MORE