MATCH PREVIEW: ULSTER RUGBY VS BENETTON RUGBY

Treviso, 30 September 2020

A poco più di un mese di distanza dall’ultima gara della stagione 2019/20, si riparte con una nuova edizione del Guinness PRO14, con il Benetton Rugby che farà il suo esordio al Ravenhill (ora Kingspan) Stadium di Belfast, contro l’Ulster. Per trovare il più recente precedente tra le due squadre, anche a causa dello sconvolgimento dei calendari dovuto all’emergenza sanitaria mondiale, bisogna tornare indietro addirittura fino a gennaio 2019, con il pareggio 17-17 grazie alle mete, tra i biancoverdi, di Federico Ruzza e Ratuva Tavuyara.

I Leoni, che hanno chiuso la scorsa edizione del torneo con la doppia sfida italiana contro le Zebre Rugby Club di fine Agosto, arrivano a questa gara d’esordio forti della vittoria esterna al Lanfranchi di Parma per 9-16, grazie alla doppietta di Monty Ioane. Guardando più nel dettaglio le statistiche della partita, i biancoverdi sono riusciti a primeggiare sia nel possesso (64%) che nel territorio (54%), cosa che invece non era riuscita nella prima delle due sfide di chiusura della stagione. In attacco, Benetton Rugby ha portato palla per 112 volte, migliorando rispetto agli 81 attacchi della prima gara, per un 72% di efficacia totale (+2% rispetto alla prima gara).

Per quanto riguarda, invece, le prestazioni individuali Monty Ioane, e non è certo una novità, si presenta all’esordio stagionale come uno dei giocatori biancoverdi più pericolosi. A Parma, l’ala Australiana ha fatto registrare 12 attacchi, 98 metri guadagnati, 1 line-break e 2 difensori battuti. Gli fanno ottima compagnia Sebastian Negri e il nuovo arrivato Edoardo Padovani. La terza linea ha messo a referto 19 attacchi, 83 metri e 3 difensori battuti, mentre l’utility back 10 attacchi, 87 metri corsi e 1 difensore battuto. Per quanto riguarda invece le prestazioni difensive, al Lanfranchi sono finiti sugli scudi soprattutto Tommaso Benvenuti, Marco Barbini, Marco Lazzaroni e Niccolò Cannone, tutti con 7 placcaggi completati (100% di efficacia il primo, 88% il secondo e il terzo, e 78% il quarto). I tre avanti sono stati protagonisti anche di un infaticabile lavoro nei punti di incontro, con 23 ruck di cui 22 tra i primi tre sostegni per la seconda linea originaria di Firenze,  e 21 ruck ciascuno per le due terze linee, tutti tra i primi tre sostegni. Nota a margine anche per le incoraggianti prestazioni difensive, nella prima gara, di due nuovi arrivati, Paolo Garbisi e Ivan Nemer, che a Monigo hanno fatto registrare 8 placcaggi completati ciascuno (100% di efficacia il primo e 93% il secondo).

In previsione di una gara d’esordio così complessa, sarà interessante vedere a che punto sono i Leoni. Guardando all’ultima partita si può sperare che la fase offensiva e la fase di mantenimento del possesso siano già registrate a dovere, come sembra, per il classico multifase prolungato che è diventato negli ultimi anni il marchio di fabbrica dei biancoverdi. Maggiore focus, invece, andrà riservato alla difesa, che dovrà tendere a valori di efficacia più simili alla prima delle due gare di agosto. Ci siamo, torna il Grande Rugby. Calcio d’inizio previsto per le 21:15 di Venerdì 2 Ottobre.

A cura di Italrugbystats


Share

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner acconsenti all’uso dei cookie.

OK MORE