MATCH PREVIEW: MUNSTER RUGBY VS BENETTON RUGBY

Treviso, 24 March 2022

Conclusa la lunga parentesi internazionale del Sei Nazioni 2022, lo United Rugby Championship ritorna  protagonista in occasione del Round 14, quando il Benetton sarà impegnato sul terreno del Musgrave Park di Cork, “seconda casa” ufficiale della Red Army degli irlandesi del Munster. L’ultimo match giocato dai biancoverdi risale al 5 marzo scorso, quando a Monigo gli irlandesi del Leinster sono riusciti a imporsi sul Benetton. Anche il Munster è reduce da una sconfitta di misura in trasferta in casa dei sudafricani Lions di Johannesburg per 23-21.

Nel serratissimo confronto tra Munster e Lions, gli irlandesi hanno totalizzato 140 corse in attacco con un guadagno della linea del vantaggio del 79% che ha permesso agli uomini della Red Army di percorrere 362 metri in avanzamento; per i Leoni del Benetton invece 73 corse su cui si è innestato un guadagno della linea del vantaggio del 51% e 298 metri guadagnati. Identica l’efficacia generale dell’attacco biancoverde e quella del Munster, un ottimo 95%.

Ottima la prova in attacco del giovane centro trevigiano Filippo Drago, che si è distinto per 7 attacchi portati (59 i metri percorsi), 1 linebreak in prima fase e ben 5 difensori battuti. In fase difensiva, i Leoni hanno finora dato prova di maggiore solidità rispetto al Munster, confermandosi come sesta miglior difesa del torneo con 1687 placcaggi finora eseguiti contro i 1673 del Munster. Contro il Leinster sono stati complessivamente 213 i placcaggi portati dai Leoni ma con 33 interventi non andati a segno, perciò limitare gli errori in fase difensiva costituirà un elemento di estrema importanza nel match contro Munster, anche se i biancoverdi hanno capitalizzato un’efficacia generale nel placcaggio dell’85% rispetto all’81% archiviato dal Munster contro i Lions.

Generose le prove in difesa delle due giovani terze linee Matteo Meggiato, 21 i placcaggi portati con il 91% di efficacia, e Lorenzo Cannone, autore di 15 interventi con il 100% di efficacia. Il confronto nell’area del breakdown, come sempre più spesso accade, costituirà uno dei temi tattici più delicati del match; il Munster proverà di certo a imporre la fisicità e la concretezza del proprio multifase, ai Leoni il compito di minare le certezze della Red Army proprio nei raggruppamenti, ripartendo dall’ ottimo 98% di efficacia in ruck registrato contro il Leinster e che ha portato i biancoverdi a rubare anche 3 palloni in raggruppamenti avversari; per il Munster invece 92% la percentuale di efficacia nel breakdown però con ben 7 palloni rubati ai Lions.

Un altro fattore che andrà a incidere in maniera considerevole sarà la velocità di uscita dei palloni proprio dai raggruppamenti: contro il Leinster i biancoverdi hanno raggiunto un ottimo 74% di quickballs giocate nell’intervallo 0-3 secondi mentre il Munster, nello stesso intervallo, si è fermato al 64%. Frequente l’uso del gioco al piede per i Leoni, soprattutto grazie alla performance ispirata dell’estremo sudafricano Andries Coetzee che ha coperto 291 metri dei 756 totali dei biancoverdi; per il Munster partita leggermente meno conservativa con un 45% di palloni calciati dalla propria zona rossa e un 27% di uscite con pallone in mano.

Per quanto riguarda le fasi statiche il Benetton si presenterà al match forte dell’83% di proprie mischie vinte con un altrettanto 83% di efficacia nel mantenimento, mentre risulta più incerta la gestione in mischia chiusa del Munster con l’80% di proprie mischie vinte e un contenutissimo 40% di efficacia nel mantenimento. Ma il frangente in cui i Leoni potranno imporre competenza e esperienza, sarà di certo quello della rimessa laterale: il Benetton è al momento la squadra con più alta percentuale di efficacia in touche registrata in tutto il torneo, un 93% su cui si innestano ben 161 rimesse vinte e solo 19 perse, per il Munster invece, 91% l’efficacia registrata con 151 touches finora vinte e 16 perse. Guai però a sottovalutare le risorse degli irlandesi, poiché contro i Lions la percentuale di rimesse vinte è stata del 90%, esattamente quella raggiunta dai Leoni contro il Leinster.

Altro aspetto che andrà a incidere sul risultato finale sarà quello relativo alla disciplina: il Benetton dovrà cercare di ridurre i 14 falli commessi nell’ultimo match contro Leinster, anche se pure il Munster ha palesato diverse difficoltà di controllo della disciplina contro i Lions, con un’alta incidenza di infrazioni soprattutto nell’area del breakdown dove gli irlandesi hanno commesso 5 dei 12 falli complessivi a loro fischiati, dato che di nuovo sottolinea però la partita di grande sacrificio che attende gli uomini di coach Marco Bortolami nell’area dei raggruppamenti a terra, situazione in cui gli irlandesi sono estremamente competenti.

Calcio d’inizio previsto per le 20:35 di venerdì 25 marzo.

Articolo a cura di Italrugbystats


Share

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner acconsenti all’uso dei cookie.

OK MORE