MATCH PREVIEW: LYON RUGBY VS BENETTON RUGBY

Treviso, 20 Gennaio 2022

In occasione del quarto turno di Challenge Cup, i Leoni di coach Marco Bortolami saranno impegnati sul
terreno del Matmut Stadium di Gerland, casa dei francesi del Lione, attualmente primi nel girone B e che comprende anche gli inglesi del Gloucester, l’altra compagine francese del Perpignan e i gallesi Dragons di Newport.

Proprio i Dragons la scorsa settimana sono stati gli ultimi avversari dei trevigiani, che a Monigo sono riusciti ad imporsi sui gallesi per 23-9, con un match giocato con intensità e attenzione. Il Lione si presenterà forte del successo in trasferta sul campo del Perpignan per 6-37, partita che ha confermato il momento di gran forma della formazione francese, attualmente quinta in classifica nel Top14. Il match che attende il Benetton sarà di sicuro giocato su ritmi molto alti, e i biancoverdi saranno chiamati ad una prova convincente per cercare di rimanere attaccati alla possibilità di passaggio agli ottavi di finale della competizione.

Particolarmente efficace l’attacco francese contro il Perpignan, ben 1101 metri percorsi con una
percentuale di guadagno della linea del vantaggio del 76% grazie a un possesso del 52%; per i
biancoverdi invece 396 metri percorsi, ma con una percentuale di guadagno della linea del vantaggio e di
possesso palla del 56% e 58% rispettivamente. Incisive le prove del terza centro Toa Halafihi e
dell’estremo Edoardo Padovani, entrambi autori di 12 attacchi con 61 e 90 metri percorsi in avanzamento: per l’esperto trequarti biancoverde anche il sigillo personale su una delle tre mete segnate dal Benetton contro i Dragons.

Sul successo del Lione contro Perpignan è impressa la firma del triangolo allargato dei rossoneri, con la prova maiuscola dell’ala David Niniashvili, autore di 16 corse con 189 metri percorsi, 5 offloads e 5 difensori battuti con una meta segnata, a cui si aggiunge quella dell’estremo Clement Laporte, autore di 14 corse con 161 metri percorsi, 7 difensori battuti e ben 3 linebreaks. Particolarmente performante la struttura difensiva del Benetton con un 93% di efficacia generale nei placcaggi, 103 quelli complessivamente condotti con soli 8 non andati a segno: Toa Halafihi anche in questo caso sugli scudi per affidabilità e solidità difensiva, con 15 placcaggi con il 100% di efficacia. Per i francesi invece 102 placcaggi eseguiti con un’efficacia generale dell’84% dovuta ai 19 placcaggi sbagliati. C’è da aspettarsi un match dalla grande intensità tecnica e agonistica per quanto riguarda il confronto nell’area del breakdown, con i trevigiani capaci di archiviare contro i Dragons un ottimo 95% di efficacia nel
mantenimento in ruck, con Michele Lamaro tra i più presenti nei raggruppamenti con 20 ingressi totali; molto positiva anche la prova del giovane terza linea Manuel Zuliani, autore di 8 ingressi in ruck avversarie e 1 pallone recuperato al possesso dei gallesi sui 5 complessivamente recuperati dai Leoni.

La qualità del possesso nei raggruppamenti sarà quindi uno degli elementi sensibili del match, con le due squadre che partiranno da una condizione di sostanziale parità, il Benetton infatti è stato capace di capitalizzare il proprio possesso ottenendo una media di 2 punti per ogni ingresso nei 22 avversari, mentre per il Lione il dato sale leggermente a 2.64 punti. Il Lione proverà di certo a imporre la fisicità dei propri avanti anche nel confronto in mischia chiusa

Grande equilibrio in touche, circostanza in cui Benetton e Lione partiranno dalla stessa percentuale di proprie rimesse vinte, un 86% che lascia presagire un serratissimo confronto per il possesso in questa specifica area di gioco. Come sempre il focus sulla disciplina costituirà la chiave per concedere meno opportunità agli avversari senza subire punti pesanti in quello che si preannuncia essere un match giocato punto a punto.

Calcio d’inizio previsto per le ore 21:00 di venerdì 21 gennaio.

Articolo a cura di Italrugbystats


Share

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner acconsenti all’uso dei cookie.

OK MORE