MATCH PREVIEW: EDINBURGH RUGBY VS BENETTON RUGBY

02 dicembre 2021

Archiviata l’esaltante vittoria in extremis contro Glasgow, il Benetton è atteso al confronto contro l’altra compagine scozzese dell’Edimburgo, che ospiterà i leoni di coach Marco Bortolami sul terreno amico del DAM Health Stadium in uno degli anticipi di venerdì 3 dicembre.

Gli scozzesi vorranno di certo riscattare la sconfitta rimediata a tempo scaduto a Monigo lo scorso ottobre grazie al drop vincente del giovane mediano di apertura biancoverde Leonardo Marin, autore tra l’altro del calcio decisivo che ha permesso al Benetton di superare Glasgow la scorsa settimana per 19-18. Edimburgo è reduce dalla vittoria con bonus offensivo sul campo dei gallesi Dragons per 14-30, match che ha permesso agli scozzesi di consolidare la terza posizione in classifica. Il Benetton si trova in sesta posizione con Connacht e Glasgow.

Le statistiche del match contro Glasgow mostrano un attacco dei Leoni con un’efficacia generale molto alta, un 93% su cui spicca la prova dell’estremo sudafricano Rhyno Smith, autore di 7 corse con 31 metri percorsi, 1 linebreak, 2 offloads e 2 difensori battuti: a referto anche la spettacolare meta individuale siglata in apertura del match contro Glasgow. Molto positive anche le prove del flanker Giovanni Pettinelli (premiato a fine gara con la nomina a Player of the Match), autore anch’egli di 7 corse e di una meta segnata. Pack scozzese invece gran protagonista nella sfida tra Edimburgo e Dragons: con una percentuale di efficacia in attacco del 98%, la mischia di Edimburgo si è imposta sui gallesi grazie alle performances del reparto di terza linea guidato dal terza centro Magnus Bradbury, autore di 15 corse, 1 linebreak in prima fase e 127 metri percorsi, seguito dal flanker Nick Haining con 13 corse e ben 4 difensori battuti.

Rispetto alle ultime uscite, la manovra offensiva del Benetton ha fatto registrare una leggera inversione di tendenza per quanto riguarda i ritmi di gestione del pallone in ruck: i biancoverdi, pur archiviando un ottimo 95% di efficacia generale nel mantenimento, hanno infatti giocato solo il 48% di palloni nell’intervallo 0-3 secondi con un consistente aumento dei palloni giocati sopra i 6 secondi, ben il 24%; Edimburgo invece si conferma squadra molto incisiva e solida nei raggruppamenti con una percentuale di efficacia generale del 98% e un’ottima percentuale di palloni gestiti in ruck nell’intervallo 0-3 secondi, ben il 60%. 4 i palloni recuperati dai biancoverdi in raggruppamenti avversari con 57 ingressi complessivi registrati, per gli scozzesi invece 62 ingressi totali e ben 9 palloni recuperati in rucks avversarie, dato che evidenzia l’estrema pericolosità dei fetchers scozzesi.

Protagonisti di una solida prova in difesa per Edimburgo Crosbie con 15 placcaggi, e 12 per Bradbury, entrambi con il 100% di efficacia; per il Benetton invece è del 92% l’efficacia generale dei placcaggi, con le ottime prove del tallonatore Gianmarco Lucchesi e del pilone Tiziano Pasquali, autori rispettivamente di 13 e 12 placcaggi con il 100% di efficacia.

Il giovane Leonardo Marin ha lasciato intravedere notevoli doti di gestione del gioco tattico al piede, calciando per 309 metri sui 660 complessivi fatti registrare dai trevigiani durante tutto il match, un dato significativo se rapportato ai 132 metri coperti dall’apertura di Edimburgo Blair Kinghorn. Mischia chiusa e rimessa laterale potranno inoltre costituire un terreno su cui i biancoverdi potranno costruire valide piattaforme di attacco considerate le ottime percentuali raggiunte nel match contro Glasgow, un 100% di proprie mischie vinte con un’efficacia nel mantenimento dell’89%, numeri che lasciano ben presagire anche tenendo in considerazione la prova opaca offerta da Edimburgo contro i Dragons, un 80% di mischie vinte con una modestissima percentuale del 20% per quando riguarda l’efficacia nel mantenimento.

Il Benetton parte lanciato anche nella gestione delle touches: archiviato un 100% di proprie rimesse lanciate (ottime le performances al lancio dei due tallonatori biancoverdi  Gianmarco Lucchesi e Corniel Els con 10 lanci su 10 per il primo e 4 su 4 per il secondo) e un pallone rubato su rimessa di Glasgow, i Leoni potranno cercare di sfruttare le indecisioni palesate da Edimburgo contro i Dragons e che hanno portato gli scozzesi ad una percentuale di rimesse vinte del 90%, complici anche i lanci sbagliati dei due tallonatori McBurney e Cherry che hanno eseguito correttamente 17 lanci su 19.

In quello che si prospetta essere un match giocato punto a punto, i biancoverdi dovranno cercare di limitare al minimo le infrazioni per non concedere occasioni agli scozzesi, che hanno dimostrato nel round appena disputato di essere una tra le formazioni più in controllo degli aspetti riguardanti la disciplina, commettendo un bassissimo numero di falli, appena 5.

Calcio d’inizio previsto per le 20:35 italiane di venerdì 3 dicembre.

Articolo a cura di Italrugbystats

Share