MATCH PREVIEW: BENETTON RUGBY VS AGEN

Treviso, 03 Aprile 2021

Dopo più di tre mesi dall’ultimo match giocato nella competizione, il Benetton Rugby oggi pomeriggio (kick-off ore 16:00) ritorna sul prestigioso palcoscenico della Challenge Cup, una delle due coppe europee per club. Avversari di giornata saranno i francesi dell’Agen. Con un organico ricomposto per il Benetton Rugby dopo la parentesi internazionale del Sei Nazioni 2021, andrà in scena allo stadio Monigo di Treviso un match avvincente e ricco di contenuti tecnici e agonistici.

Nell’ultima gara di PRO14 i trevigiani non sono riusciti ad espugnare lo Scotstoun Stadium degli scozzesi Glasgow Warriors, chiudendo il match sul punteggio di 46-25; nell’ultima giornata di TOP14 invece l’Agen è uscito sconfitto dal confronto in casa del Brive che è riuscito ad imporsi con il punteggio di 57-3. Nonostante il passo falso però, quello messo in campo dai Leoni contro Glasgow è stato un attacco convincente ed efficace, concretizzatosi in un ottimo 62% di possesso palla, un 58% di conquista territoriale e un minutaggio totale in attacco di 20.9 minuti; per l’Agen invece numeri più contenuti, 49% di possesso, 54% di conquista del territorio e 16.3 minuti passati in attacco. I biancoverdi hanno condotto complessivamente 149 attacchi guadagnando 679 metri con un 73% di guadagno della linea del vantaggio e un totale di 181 passaggi eseguiti; i francesi dell’Agen hanno invece totalizzato 99 corse, 498 metri percorsi e un più che discreto 71% di guadagno della linea del vantaggio e 123 passaggi eseguiti.

Federico Ruzza si è distinto come uno degli attaccanti biancoverdi più efficaci con 18 corse, 59 metri percorsi e 3 offloads, ma buona anche la prova del tallonatore Gianmarco Lucchesi, autore di 13 corse, 2 difensori battuti e una meta segnata sulle 3 totali del Benetton contro Glasgow. L’attacco di Agen trova invece nel terza linea Samuel Nollet e nell’estremo Loris Tolot i portatori di palla più efficaci (10 attacchi condotti da entrambi), dove assume particolare rilevanza la prestazione di Nollet, capace di battere ben 6 difensori e percorrere complessivamente 65 metri.

La difesa del Benetton si presenterà al match con una più che discreta efficacia generale nei placcaggi dell’89%, mentre quella dell’Agen rimane più bassa al 77%, anche se il totale degli interventi difensivi tra le due squadre è molto in equilibrio: i trevigiani hanno messo a segno un totale di 117 placcaggi mentre Agen ne ha totalizzati 114. Molto positive le prove difensive dei Leoni Alberto Sgarbi e Niccolò Cannone, autori rispettivamente di 15 e 11 placcaggi con un rotondo 100% di efficacia, ma anche quella di Riccardo Favretto, autore di 9 interventi con l’82% di efficacia. Per il numero 8 trevigiano anche una grande presenza sui punti d’incontro con 21 ingressi in proprie ruck, appena dietro capitan Alberto Sgarbi, autore di 28 ingressi. Il confronto nell’area del breakdown sarà un elemento sensibile del match con le due squadre che sostanzialmente si equivalgono per la velocità di esecuzione dai raggruppamenti: il Benetton continua infatti a mantenere gli alti standard delle ultime prestazioni con un ottimo 69% di palloni giocati nell’intervallo 0-3 secondi, ma i numeri dell’Agen non sono poi così lontani da quelli dei biancoverdi con il 62% di esecuzioni sempre nello stesso intervallo di 0-3 secondi.

La gestione efficace delle fasi statiche potrà costituire un elemento di fondamentale importanza per i giocatori di Kieran Crowley, i biancoverdi potranno infatti ripartire dall’ottimo 91% di proprie mischie vinte con un 64% di efficacia generale nel mantenimento; per l’Agen invece, nel match contro Brive, sono emerse difficoltà nella gestione della mischia chiusa con appena il 50 % di proprie mischie vinte, a cui si aggiunge il dato negativo dello 0% di efficacia generale nel mantenimento. Più equilibrato il discorso per quanto riguarda la rimessa laterale, dove il Benetton mantiene il 93% di proprie touches vinte, mentre Agen segue con l’88%. Tra le due compagini il Benetton si è dimostrato più capace di porre attenzione alla disciplina con soli 9 falli commessi complessivamente contro gli 11 dell’Agen.

Nella gara odierna la posta in gioco è il passaggio, (mai centrato da un club italiano finora) ai quarti di finale della competizione.

Articolo a cura di Italrugbystats


Share

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner acconsenti all’uso dei cookie.

OK MORE