L’UNDER 18 “ELITE” BENETTON SI FERMA A PADOVA


Treviso, 18 febbraio 2020

 

Petrarca Padova Under 18 – Benetton “Elite” Under 18   29 – 12

MARCATORI: pt 3’ Scramoncin meta tr. Lazzarin; 7’ Lazzarin meta tr. Lazzarin; 14’ Bonan meta tr. Roveda; 19’ Lazzarin p.; 29’ Berna meta; st 1’ Bonazzi meta tr. Lazzarin; 15’ Scramoncin meta.

PETRARCA PADOVA: Raccanello; Sottoriva, Smith (st 26’ Guglielmi), Russo, Podestà (st 26’ Beltrame); Lazzarin, Tognetti (st 25’ Eterno); Marcellan, Dal Sasso (st 1’ Benvegnù), Zambelli (st 17’ Sturaro); Bonazzi, Dorigo; Bernardinello (st 26’ Casson), Scramoncin, Libero (st 9’ Baldo).
All. Maistri – Rizzo – Ragusi.

BENETTON RUGBY: Antoniazzi; Berna, Menoncello (st 16’ Poles), Freschi, Padoan (st 11’ Conselvan); Roveda, Battara (st 9’ Tagliaferri); Pilotto, Nadali (st 11’ Riato), Rubinato; Artico, Sharku; Michielan, Bonan, Zanin. A disp. Ibahi Bahis, Bizzotto e Favaro.
All. Trevisiol – Preo.

ARBITRO: Zerbinati di Rovigo.

NOTE: Cartellino giallo a Pilotto (1’ pt) e Lazzarin (34’ st); pt 17-12.

Lo scontro al vertice tra il Petrarca Padova e il Benetton Treviso si conclude con una vittoria dei patavini che superano l’ostacolo e legittimano la loro posizione di classifica. Era la gara che avrebbe dovuto chiarire le forze del Campionato ed entrambi i quindici hanno giocato senza risparmiarsi. Il Petrarca “segna” subito il match andando in meta al 3′ e al 7′ con Scramoncin e Lazzarin.  Il Benetton dal canto suo subisce un cartellino giallo ad inizio gara e affronta gli avversari senza un uomo di mischia fondamentale. Padova continua a macinare gioco di una certa caratura, visto che in campo schiera tutti gli otto fuoriquota disponibili, che sicuramente fanno la differenza. Le trasformazioni allungano il divario e il Benetton si fa vedere intorno al quarto d’ora con una meta di Bonan e relativa trasformazione di Roveda. Il Petrarca non ci sta e trasforma un piazzato con Lazzarin seguito da una meta trevigiana di Berna. Il primo tempo si chiude sul 27-12 e un pensierino i ragazzi di Trevisiol-Preo lo fanno, ma al ritorno in campo dagli spogliatoi il Petrarca chiude i giochi subito con una meta di Bonazzi trasformata da Lazzarin e prima del fischio finale arriva un’altra meta di Scramoncin. Da segnalare la stoicità di Nadali che termina la gara con una frattura alla mano che lo ha condizionato per tutto il secondo tempo. Ora i giovani Leoni sono attesi da tre gare, abbordabili, ma da prendere con le molle: Tarvisium(derby pericoloso), S.Dona(in crescita) e Vicenza(alla portata). Poi ci sara’ una sosta di un mese per ritrovare le forze nelle ultime due gare in trasferta contro Villorba e Mogliano, con questi ultimi diretti concorrenti per il secondo posto che a questo punto resta l’obiettivo dei Leoni “Elite”.

  • ULTIMI ARTICOLI




  • NEWSLETTER

    E mail