A PRETORIA I LEONI RESTONO AVANTI SINO AL 50', MA VINCONO I BULLS

Treviso, 23 Aprile 2022

Marcature: 6′ p. Rhyno Smith, 10′ meta Menoncello tr. Rhyno Smith, 18′ p. Smith, 24′ meta Brink, 32′ p. Rhyno Smith, 40′ meta Arendse tr. Chris Smith; 44′ p. Rhyno Smith, 47′ Chris Smith, 49′ meta Arendse tr. Chris Smith, 59′ meta Coetzee tr. Chris Smith, 64′ p. Rhyno Smith, 68′ p. Chris Smith, 73′ meta Moodie tr. Steyn, 76′ meta Menoncello tr. Rhyno Smith, 79′ meta Matanzima tr. Steyn.

Note: 71′ cartellino rosso a Niccolò Cannone (BEN). Trasformazioni: Vodacom Bulls: 5/6 (Chris Smith 3/4, Steyn 2/2); Benetton Rugby 2/2 (Rhyno Smith 2/2). Punizioni: Vodacom Bulls: 2/4 (Chris Smith 2/4); Benetton Rugby: 5/5 (Rhyno Smith 5/5). Man of the match: Ruan Nortje (BUL).

 

Vodacom Bulls:

15 Kurt-Lee Arendse, 14 Canan Moodie, 13 Lionel Mapoe, 12 Cornal Hendricks (27′ Stedman Gans), 11 Madosh Tambwe, 10 Chris Smith (71′ Morne Steyn), 9 Embrose Papier (53′ Zak Burger), 8 Elrigh Louw (30′ Arno Botha), 7 Cyle Brink, 6 Marcell Coetzee (c), 5 Ruan Nortje, 4 Walt Steenkamp (69′ Janko Swanepoel) 3 Mornay Smith (62′ Dylan Smith), 2 Johan Grobbelaar (71′ Jan-Henrik Wessels), 1 Gerhard Steenekamp (64′ Simphiwe Matanzima).

Head Coach: Jake White.

 

Benetton Rugby:

15 Rhyno Smith, 14 Mattia Bellini, 13 Ignacio Brex (50′ Filippo Drago), 12 Tommaso Menoncello, 11 Monty Ioane, 10 Tomas Albornoz (64′ Edoardo Padovani), 9 Dewaldt Duvenage (c) (56′ Alessandro Garbisi), 8 Lorenzo Cannone, 7 Manuel Zuliani (50′ Michele Lamaro), 6 Giovanni Pettinelli, 5 Carl Wegner, 4 Irné Herbst (50′ Niccolò Cannone), 3 Simone Ferrari (40′ Tiziano Pasquali), 2 Corniel Els (30′ Giacomo Nicotera), 1 Ivan Nemer (53′ Federico Zani).

Head coach: Marco Bortolami.

Vodacom Bulls-Benetton Rugby vale per il sedicesimo round di United Rugby Championship. I sudafricani sono ottavi e vogliono mantenere il piazzamento playoff, mentre i Leoni, alla prima tappa della tournée sudafricana, rivogliono tornare al successo in campionato.

Nel primo tempo la gara del Benetton Rugby è ottima, intrisa di tanta attenzione in fase difensiva e ad un attacco chirurgico e pericoloso. I Leoni marcano con la meta di Menoncello e allungano il divario tramite i calci di Rhyno Smith. Ma i Bulls sono in partita con le marcature di Brink e Arendse. Così la prima metà di partita si chiude sul 12-16 per i biancoverdi.
Nella ripresa i sudafricani danno sfogo a tutto il loro arsenale offensivo e segnano quattro mete. Il Benetton ci prova con la doppietta di Menoncello e il piede di Rhyno Smith, ma non basta. Così i Bulls si aggiudicano la piena posta per 46-29.

CRONACA PARTITA

Pronti, via e i Leoni per poco vanno in meta grazie ad un’ottima manovra di gioco e un break fulmineo di Ioane, ma i Bulls si salvano con un placcaggio su Bellini. Passano pochi minuti e i biancoverdi hanno una punizione da ottima posizione per un fuorigioco dei padroni di casa. Rhyno Smith converte per i primi punti del pomeriggio di Pretoria. Poi Lorenzo Cannone compie un turnover difensivo prodigioso e sul ribaltamento di fronte i Leoni vanno in meta: Rhyno Smith parte a tutta velocità, supportato da Albornoz che apre a Nemer, poi Tommaso Menoncello è fantastico a trovare un calcetto per saltare l’ultimo difensore sudafricano e schiacciare l’ovale. Rhyno Smith trasforma. La difesa degli uomini di Bortolami tiene ancora, stavolta con un turnover di Zuliani. E poi altro grande corridoio trovato da Lorenzo Cannone che imbecca Menoncello. Sugli sviluppi fuorigioco fischiato a danno dei Bulls. Dal piazzato Rhyno Smith è ancora preciso e i Leoni sono sopra 0-13. Ma appena viene scollinata la metà del primo tempo arriva la risposta dei padroni di casa, con Brink abile a involarsi fino oltre la linea di meta su offload di Nortje. Chris Smith dalla piazzola colpisce il palo. Poi i Bulls hanno un piazzato da metà campo, ma Chris Smith non centra i pali. Intanto Els deve lasciare il campo per un brutto colpo in testa, al suo posto Nicotera. Dalla mischia successiva il Benetton conquista un fallo a suo favore e Rhyno Smith dalla piazzola è ancora preciso. Nel finale della prima frazione i Bulls trovano la seconda meta di giornata, grazie a un drive avanzante e all’ovale di Chris Smith per la corsa indisturbata di Arendse. Chris Smith trasforma e si va agli spogliatoi sul punteggio di 12-16 per i Leoni.

Inizia la ripresa e Pasquali rimpiazza Ferrari in prima linea. Da una touche per il Benetton ne sussegue un fallo appannaggio dei biancoverdi. Rhyno Smith va ai pali e non sbaglia. Passano pochi giri di lancette e questa volta è la banda di White ad avere una penalità da sfruttare. Chris Smith centra i pali. I Bulls si avvicinano e dopo dieci minuti del secondo tempo passano avanti per la prima volta nel match con la seconda meta di Arendse, abile a recuperare l’ovale e a scappare alle maglie ospiti. Chris Smith trasforma e i sudafricani sono in vantaggio 22-19. Subentrano tra i Leoni Zani, Drago, Cannone Niccolò e Lamaro per Nemer, Brex, Herbst e Zuliani. Intanto i Bulls hanno un nuovo piazzato, ma Chris Smith sbaglia. Altra sostituzione in casa biancoverde, con Garbisi dentro per capitan Duvenage. I Bulls sono in gas e Coetzee sigla la quarta meta. Chris Smith converte e il vantaggio per la franchigia di Pretoria si dilata sul 29-19. I Leoni cercano di reagire e hanno una punizione per fuorigioco dei Bulls. Rhyno Smith è sempre puntuale dalla piazzola. Entra Padovani per Albornoz. Intanto altro piazzato per i padroni di casa da buona posizione e Chris Smith piazza. Il Benetton risale campo e l’arbitro Adamson espelle Niccolò Cannone per un fallo di gioco. Sul cambio di fronte Moodie vola in meta e Steyn converte. Ma i Leoni non demordono nonostante l’uomo in meno e segnano la seconda meta del pomeriggio, con la doppietta personale di Tommaso Menoncello, pescato da un filtrante illuminante di Drago. Rhyno Smith trasforma. E nel minuto conclusivo Matanzima chiude il match con un’altra meta, convertita da Steyn per il 46-29 finale per i Bulls.

Per non perderti nessuna notizia in arrivo dal pianeta biancoverde, iscriviti al canale Telegram del Benetton Rugby!


Share

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner acconsenti all’uso dei cookie.

OK MORE