A MONIGO I LEONI CI PROVANO, MA VINCONO GLI SHARKS 29 A 7

Treviso, 26 February 2022

Marcature: 6′ meta van Heerden tr. Bosch, 25′ meta Fassi tr. Bosch, 40′ meta Buthelezi tr. Bosch; 62′ meta Wegner tr. Albornoz, 73′ p. Bosch, 79′ meta Nkosi.

Note: 40′ cartellino giallo a Alessandro Izekor (BEN), 62′ cartellino giallo a Am (SHA). Trasformazioni: Benetton Rugby 1/1 (Albornoz 1/1); Cell C Sharks 3/4 (Bosch 3/3, Diaz Bonilla 0/1). Punizioni: Cell C Sharks 1/1 (Bosch 1/1). Man of the match: Fassi (SHA).

Benetton Rugby:

15 Tommy Bell, 14 Tommaso Benvenuti (27′ Luca Sperandio), 13 Joaquin Riera, 12 Filippo Drago, 11 Rhyno Smith, 10 Tomas Albornoz, 9 Dewaldt Duvenage (c) (45′ Luca Petrozzi), 8 Lorenzo Cannone, 7 Alessandro Izekor, 6 Matteo Meggiato, 5 Carl Wegner, 4 Nicola Piantella (77′ Yaree Fantini), 3 Simone Ferrari (21′ Nahuel Tetaz), 2 Corniel Els (47′ Tomas Baravalle, 67′ Corniel Els), 1 Federico Zani (40′ Thomas Gallo, 53′ Federico Zani, 73′ Matteo Drudi).

Head Coach: Marco Bortolami.

Cell C Sharks:

15 Aphelele Fassi, 14 Sibusiso Nkosi, 13 Lukhanyo Am (c), 12 Marius Louw, 11 Makazole Mapimpi (76′ Werner Kok), 10 Curwin Bosch (76′ Joaquin Diaz Bonilla), 9 Jaden Hendrikse (60′ Cameron Wright), 8 Phepsi Buthelezi, 7 Henco Venter (55’Sikhumbuzo Notshe) , 6 Siya Kolisi, 5 Gerbrandt Grobler, 4 Ruben van Heerden (33′ Le Roux Roets), 3 Thomas du Toit (67′ Khutha Mchunu), 2 Mbongeni Mbonambi (63′ Kerron van Vuuren), 1 Ox Nché (67′ Ntuthuko Mchunu).

Head Coach: Sean Everitt.

 

Il Benetton Rugby torna a Monigo dopo circa un mese e mezzo di distanza dal proprio campo. Si gioca il recupero del decimo round di United Rugby Championship non giocato a inizio gennaio. A Treviso arrivano i sudafricani degli Sharks, per una prima volta assoluta fra la franchigia biancoverde e quella di Durban.

Nel primo tempo Duvenage e compagni giocano una gara in cui si battono e cercano di contrastare la forza degli Sharks, ma non basta perché i sudafricani segnano tre mete e Izekor viene ammonito al termine della prima frazione. Allo spogliatoio si va sul punteggio di 0-21 per la truppa di Durban.
Nella ripresa i Leoni tengono testa agli Sharks e trovano la meta con Wegner, ma alla fine i sudafricani passano a Treviso per 7-29.

CRONACA PARTITA

Pronti, via e gli Sharks trovano subito un pertugio invitante con il corridoio di Am e la corsa di Nkosi, ma Piantella salva ad un passo dalla meta. Però dalla mischia successiva sui cinque metri i sudafricani vanno a schiacciare a seguito di un multifase con la giravolta di Van Heerden. Bosch trasforma. I Leoni però non accusano il colpo e trovano un guizzo di alta qualità ispirato da Albornoz e suggellato dalla velocità di Smith, però Duvenage è fermato a pochi metri dalla meta. A metà prima frazione il Benetton Rugby è costretto al primo cambio e Ferrari deve lasciare posto a Tetaz Chaparro. E poco dopo gli Sharks vanno in meta per la seconda volta dopo un’azione ben congeniata e rifinita dalla volata di Fassi. Bosch è fortunato e centra i pali, con gli uomini di Everitt sopra 0-14. Intanto Sperandio deve sostituire un claudicante Benvenuti. I padroni di casa piano piano riacquistano campo e cercano la via della marcatura, però la pressione degli Sharks è efficace. Poi a pochi secondi dal termine del primo tempo Izekor viene ammonito dal direttore di gara irlandese Brace per gioco scorretto in una maul sui cinque metri del Benetton. Sugli sviluppi del fallo è Buthelezi ad andare in meta, con Bosch che converte dalla piazzola e gli Sharks sono avanti 0-21 a fine primo tempo.

A inizio ripresa i biancoverdi inseriscono Gallo per Zani in prima linea. Entra anche Petrozzi per capitan Duvenage. I Leoni sono in inferiorità numerica, ma lottano con le armi che hanno a disposizione. Poi Izekor ritorna in campo e c’è un altro cambio, con Baravalle per Els. I sudafricani vogliono la quarta meta, nel frattempo da segnalare il rientro in campo di Coetzee per Bell. Il Benetton riesce a salvare una marcatura avversaria di Nché, perché non appoggia a terra l’ovale. Sono pure sfortunati i biancoverdi, perché Gallo appena entrato deve uscire per un problema fisico e rientra sul prato Zani. Il Benetton Rugby prova a conquistare metri e ci riesce. Touche dai cinque metri e dalle diverse fasi Am commette un in avanti volontario. Brace ammonisce il sudafricano e con l’uomo in più c’è la prima meta dei Leoni, con Carl Wegner. Trasforma Albornoz. I locali hanno la superiorità numerica e provano a trovare la meta che riaprirebbe l’incontro, ma gli Sharks d’esperienza riescono a contenere le avanzate trevigiane. Poi il direttore di gara fischia un velo dei biancoverdi e dalla punizione i sudafricani vanno per i pali. Bosch è ancora preciso e alimenta il vantaggio dei suoi sul 7-24. Nel finale i Leoni provano la via per un’altra meta, tuttavia non scardinano la resistenza degli Sharks che nel finale vanno in meta con Nkosi, per il 7-29 finale.

Per non perderti nessuna notizia in arrivo dal pianeta biancoverde, iscriviti al canale Telegram del Benetton Rugby!


Share

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner acconsenti all’uso dei cookie.

OK MORE