SUPER 10: Verso l'anticipo di venerdì, la parola ad Alessandro Zanni

Treviso, 27 October 2009

Treviso, 28 ottobre 2009

Alessandro Zanni è uno dei volti nuovi del Benetton Rugby per la stagione 2009/2010.

E un terza linea proveniente dal Calvisano, società alla quale è approdato dopo i trascorsi nella squadra di casa: il Rugby Udine.

Preferisce schierarsi sul lato chiuso della mischia, ma è stato spesso utilizzato anche come numero 8. Giocatore duttile, ama placcare e correre in spazi allargati.

Vanta 34 caps con la Nazionale Italiana, con 4 partecipazioni al torneo Sei Nazioni e una alla Coppa del Mondo in Francia nel 2007. Ma è stato anche Nazionale giovanile, disputando il Sei Nazioni Under 21 e la Coppa del Mondo nella stessa categoria, in Scozia nel 2004.

Quest estate, il friulano è stato anche attore per un giorno, partecipando ad un foto romanzo nell inedito ruolo del body guard.

Integratosi subito a pieno nella gestione di Franco Smith, non fatica assolutamente ad ammettere la propria felicità per la scelta sportiva, ma anche di vita, effettuata in estate.

Sono molto contento di essere arrivato a Treviso – conferma il giocatore – Il Benetton è una grande squadra, molto professionale a tutti i livelli e con giocatori di valore.

Qui sento già di essere cresciuto. Credo comunque che la forza di questo team sia il gruppo e lo abbiamo dimostrato anche con le prestazioni in Coppa Europa. Dobbiamo ancora lavorare, però, per ridurre al minimo i passaggi a vuoto, duramente e giorno dopo giorno .

Intanto però c è da pensare al prossimo avversario, il Plusvalore Gran Parma. Una sfida che guardando la classifica rappresenta un testa-coda, ma che non può essere sottovalutata. E proprio Zanni, visti i precedenti delle passate stagioni con il Calvisano, lo sa bene.

Dobbiamo affrontare gli avversari a viso aperto e non prenderli sotto gamba. E il ricordo dell ultima sconfitta col Calvisano è ancora vivo nella mia memoria. Speriamo di fare una bella partita, di vincere e cercare di fare il bonus, per mantenerci in vetta e per divertire il nostro pubblico. Anche perché dobbiamo rifarci della sconfitta di Viadana .

Una sconfitta che ha lasciato l amaro in bocca quella in terra mantovana.

E stata una partita dura – concorda Zanni – Loro si sono dimostrati più aggressivi di noi in tutte le fasi del gioco. Noi, a parte i primi minuti, non siamo riusciti ad esprimerci come sappiamo. Poi credo che le mete siano state un po casuali e nate da nostri errori e quando sei in svantaggio è difficile recuperare, specialmente in condizioni climatiche proibitive come con il Montepaschi .

Il match dello Zaffanella ha ulteriormente accorciato la classifica e dimostrato come in questa stagione, nel Campionato Super 10 regni l equilibrio.

Noi abbiamo perso due partite e così anche altre squadre. E bello che sia un torneo così avvincente ed aperto. Ci sono molte squadre in pochi punti, ma credo che i veri valori emergeranno tra qualche mese. Il nostro obiettivo è risaputo e dobbiamo continuare i nostri sforzi in tale senso .

La settima giornata sarà anche l ultima prima della sosta per i test match autunnali della Nazionale, che vedranno il terza linea biancoverde tra i protagonisti, contro alcune delle formazioni più quotate al mondo.

Saranno partite dure contro avversarie temibili dell emisfero sud, di cui conosciamo bene il livello. Speriamo di potere ripetere le ultime prestazioni contro Australia e Nuova Zelanda e magari anche di migliorarle. Dovremo dare il massimo e cercare di restare sempre vicini nei punteggi, senza commettere errori perché sappiamo bene che contro questi team ciò significherebbe lasciare punti di vantaggio.

Sarà bello giocare nello stadio italiano per eccellenza. Andare a San Siro penso sia per me e per tutto il movimento italiano un motivo d orgoglio, anche per il fatto di essere riusciti a riempirlo in ogni ordine di posto. Sarà una cornice fantastica e speriamo di ripagare il pubblico con buone prestazioni .


Share

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner acconsenti all’uso dei cookie.

OK MORE