MAGNERS LEAGUE: Franco Smith: "Contento della condotta della squadra"

Treviso, 26 November 2010

Treviso, 27 novembre 2010

Il Benetton ha perso la seconda partita casalinga in Magners League, la quinta complessivamente. Un Treviso che ci ha provato in tutti i modi a vincere questa partita certamente non impossibile.

L Ulster arrivava dalla strabiliante vittoria di Cardiff, ma ieri sera il Benetton è stato sicuramente all altezza della situazione, anzi alla fine può anche recriminare per il risultato, unico punto dolente.

In effetti potevamo vincere – ammette Franco Smith – peccato perchè poteva essere una serata positiva in tutti i sensi.

Risultato a parte, sono molto contento della condotta della mia squadra e da qui in avanti so di poter contare su una rosa di 40 giocatori e in ogni momento tutti possono essere importanti. Da qui in avanti potrò fare delle scelte e per un allenatore ciò non è cosa di poco conto .

L Ulster ha vinto grazie all esperienza?

Purtroppo noi abbiamo commesso 3 errori e loro hanno segnato 3 mete. A questi livelli l esperienza è determinante e gli irlandesi hanno vinto grazie a questa.

Ma se guardiamo il gioco espresso, credo che il Benetton abbia dato una dimostrazione di aver tenuto testa ad una delle squadre più accreditate della Magners League, l Ulster è ai vertici della classifica non per caso .

L esordio di De Waal?

Sono molto contento della sua partita. Ha dato parecchio e dobbiamo considerare che non parla ancora l italiano, cosa fondamentale per il ruolo che ricopre.

Ha placcato molto e dato tutto fino a quando è rimasto in campo: sinceramente in questo momento non potevo chiedere e pretendere di più .

La scelta della doppia apertura?

Anche questo è un aspetto che si è rivelato molto positivo. Burton e De Waal in campo assieme aveva un duplice scopo: innanzitutto Burton doveva aiutare De Waal e poi doveva servire per attaccare su due lati e direi che l atteggiamento in campo è stato più che soddisfacente .

Dopo 9 gare, come collochi Treviso in questa rassegna?

Vogliamo essere la sorpresa in ogni gara, vogliamo che gli avversari ricordino Treviso come un avversario tosto, nonostante sia alla prima esperienza in questa manifestazione.

Penso che finora abbiamo fatto delle buone cose, ma dobbiamo continuare a migliorare le nostre prestazioni. E se oggi abbiamo giocato bene, venerdì prossimo – conclude Smith – dovremo fare ancor meglio .


Share

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner acconsenti all’uso dei cookie.

OK MORE