MAGNERS LEAGUE: Benetton Treviso-Leinster 29-13

Treviso, 17 September 2010

Treviso, 18 settembre 2010

MARCATORI: pt 2′ Nacewa meta tr. Nacewa; 4′ Botes p.; 11′ Burton drop; 16′ Botes p.; 37′ Burton drop; 40′ Nacewa p.; st 2′ Nacewa p.; 9′ Botes p.; 14′ McLean meta tr. Botes; 40′ Williams meta tr. Botes.
BENETTON TREVISO: Williams; Maddock (st 34′ Galon), Benvenuti, Sgarbi, McLean (st 35′ Vidal); Burton, Botes; Vosawai (st 34′ Derbyshire), Zanni, Barbieri; Van Zyl, Bernabò (st 10′ E. Pavanello); Cittadini (st 21′ Di Santo), Ghiraldini, Fernandez Rouyet (st 10′ Sbaragllini). A disp.: Semenzato, Picone. All. Smith.
LEINSTER: R. Kearney; Nacewa, O’Malley, D’Arcy (st 16′ McFadden), Fitzgerald; Madigan, Reddan (st 26′ Boss); O’Brien, Jennings, Ruddock (st 37′ Keogh); O’Donoghue, Hines (st 34′ Galarza); Ross (st 13′ Shawe), Fogarty (st 6′ Strauss), Healy (st 16′ Van der Merwe). A disp.: D. Kearney. All. Schmidt.
ARBITRO: Allan della Federazione Scozzese.
NOTE: pt 12-10; cartellino giallo a Ghiraldini (st 33′); spettatori 5000 circa; man of the match: Vosawai (Benetton Treviso).

Secondo splendido successo dei Leoni del Benetton Treviso in Magners League, ai danni della temibile formazione del Leinster.

E’ una partenza a mille quella dei vice-campioni della Magners League che già dopo 1′ minuto insidiano la difesa biancoverde con un calcetto di Nacewa che crea il break.

La breccia è fatta e dopo una serie di fasi, i Dubliners trovano il varco al largo, ancora con lo stesso Nacewa che segna alla bandierina e trasforma.

Il Benetton non ci sta e reagisce immediatamente trovando, dopo alcune occasioni, i primi tre punti grazie al piede del solito Tobie Botes.

I padroni di casa dimostrano di essere più che mai in partita al 10′. Vosawai esce da mischia avanzante con Healy chiaramente in sofferenza e gioca bene in riciclo con Botes prima, Zanni e Barbieri poi.

Ghiraldini e compagni continuano ad attaccare e formano una buona piattaforma. E’ ancora Burton, cecchino anche nel primo incontro, a provare e trovare il drop che porta a -1 i suoi.

Ma i biancoverdi non si accontentano e continuano ad attaccare con i trequarti, ottenendo cinque minuti più tardi un calcio piazzato per fuorigioco che Botes nuovamente trasforma, dando il primo vantaggio al XV della Marca.

I Leoni rischiano, tuttavia, di ritornare sotto un paio di minuti dopo, per un fallo in mischia ravvisato dal signor Allan. Da posizione non troppo difficoltosa, però, Isa Nacewa sbaglia il piazzato e lo score resta invariato.

E clamorosa diventa la situazione al 23′ con Nacewa che sbaglia un nuovo tentativo, in maniera pressochè identica al precedente.

Grande tensione e molte azioni avvincenti da entrambe le parti con possesso leggermente superiore per Leinster, ma buona conquista di territorio da parte del Benetton. Il risultato però non cambia.

Questo fino al 37′, quando il Benetton insiste in attacco con una bella giocata tra Williams e Maddock. Nuovo punto d’incontro e Botes che apre per Burton che va nuovamente per il drop centrando i pali.

Il Leinster prova a replicare negli ultimi scampoli di primo tempo, ma Manoa Vosawai sale in cattedra con alcuni placcaggi pesanti ai danni degli irlandesi.

Nacewa comunque all’ultimo minuto si fa perdonare gli errori precedenti e fa così terminare la prima frazione di gioco sul 12-10.

Riparte ancora al massimo la formazione ospite, così come aveva cominciato il primo tempo. Azione in progressione di O’Brien che placcato ricicla in maniera furbesca, evidenziando il fuorigioco di Vosawai.

Nacewa da posizione centrale ne approfitta e riporta in vantaggio i blu d’Irlanda.

Attacchi che si susseguono da una parte e dall’altra. Prima Williams trova un varco e chiama alla giocata Maddock che arriva a pochi passi dalla linea di meta.

Sul capovolgimento di fronte, con i biancoverdi con due uomini a terra, O’Brien trova nuovamente il varco giusto e serve Reddan che sbaglia il passaggio decisivo per Kearney quando la marcatura sembrava ormai nell’aria.

I Leoni sono comunque carichi e sfruttano il maul pochi minuti dopo per conquistare un fallo per entrata laterale di Hines. E così Botes può riportare avanti i trevigiani.

Il coro dei tifosi si alza forte al 14′, con il Benetton che attacca in forze con i trequarti. Williams serve Maddock che trova McLean. L’ala semina due avversari e si allunga fino alla meta.

La trasformazione di Botes da posizione angolata porta i biancoverdi oltre break con un parziale di 22-13.

E la standing ovation non può non partire anche al 21′ per merito di un’incredibile azione difensiva di “Dingo” Williams, che si libera sotto pressione di un avversario e calcia in profondità trovando una rimessa nei 22 avversari.

Il Benetton continua ad attaccare e a portare pressione quando non è in possesso di palla. Al 25′ Ghiraldini costringe all’errore gli avanti irlandesi e Burton per poco non ne approfitta con un intercetto.

Al 33′ un fallo di reazione di Ghiraldini lascia in quattordici il Benetton, ma Nacewa ancora una volta non ne approfitta. Così al 36′ dopo una mischia stappata a presentarsi in piazzola è McFadden che però sbaglia a sua volta.

Ma il Benetton di stasera è incredibile. Cuore e orgoglio alla fine, con Benvenuti che ruba palla, calcia in profondità e viene placcato chiaramente senza palla. L’ovale però conclude la sua corsa in area di meta e viene recuperato in tuffo da Williams per il risultato finale di 29-13.


Share

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner acconsenti all’uso dei cookie.

OK MORE