HEINEKEN CUP: Stade Toulousain-Benetton Treviso 35-14

Treviso, 12 Gennaio 2013

Tolosa (Francia), 13 gennaio 2013

MARCATORI: pt 4′ Botes p.; 6′ Botha meta tr. McAlister; 12′ Benvenuti meta; 21′ Botes p.; 30′ Albacete meta tr. McAlister; 40′ Botes p.; st 5′ Clerc meta tr. McAlister; 22′ Fritz meta tr. McAlister; 40′ Huget meta tr. McAlister.

STADE TOULOUSAIN: Poitrenaud; Clerc, Fritz, Jauzion (st 26′ Fickou, st 34′ Medard), Huget; McAlister, Burgess (st 23′ Doussain); Picamoles, Nyanga (st 23′ Nicolas), Lamboley; Albacete, Millo-Chluski (st 14′ Maestri); Johnston (pt 35′ Montes), Botha (st 1′ Tolofua), Kakovin (st 1′ Steenkamp). All. Noves.

BENETTON TREVISO: Toniolatti; Nitoglia (st 32′ Semenzato), Benvenuti, Pratichetti, Iannone (st 2′ Williams); Morisi, Botes; Barbieri, Budd, Derbyshire (st 14′ Minto); Bernabò (st 32′ Fuser), Pavanello; De Marchi (st 2′ Cittadini), Ceccato (st 2′ Sbaraglini), Muccignat (st 2′ Rizzo). A disp.: Burton.All. Smith.

ARBITRO: Barnes della Federazione Inglese.

NOTE: pt 14-14; cartellino giallo a: Rizzo (st 4′), Tolofua (st 32′); spettatori: 14.000 circa; Heineken Man of the Match: Louis Picamoles (Stade Toulousain); calciatori: Stade Toulousain 5/6 (McAlister 5/6), Benetton Treviso 3/5 (Botes 3/5); punti in classifica: Stade Toulousain 5, Benetton Treviso 0.

Qualche difficoltà di troppo in mischia, di fronte ad un pack di assoluto spessore, e problemi difensivi alla distanza, dopo una prova fatta di grande determinazione e coraggio.

Si può sintetizzare così l’incontro della quinta giornata di Heineken Cup allo Stade Ernest Wallon di Tolosa tra Stade Toulousain e Benetton Treviso, con i Leoni pronti ad offrire una prestazione di ottimo livello nei primi quaranta minuti di gioco.

Parte bene Treviso, mantenendo viva l’iniziativa nei minuti di apertura e guadagnandosi i primi tre punti, con un calcio di Tobie Botes, concesso per un fallo in ruck del pilone Kakovin.

La risposta francese non si fa attendere ed arriva con uno spunto di Jauzion, concluso male da Picamoles che perde palla in avanti sul placcaggio di Robert Barbieri, consentendo così a Giulio Toniolatti di liberare.

Wayne Barnes, arbitro di giornata, tuttavia non concede il vantaggio e torna sulla mischia.

Gli avanti azzurri (maglia di coppa dei biancoverdi) anticipano l’ingaggio, Burgess batte velocemente e Botha raccoglie per la meta dello Stade.

Spettacolo puro quanto avviene al 12′ nella reazione di Antonio Pavanello e compagni.

Tutto nasce da una rimessa laterale in attacco per Tolosa, Robert Barbieri e Luca Morisi, assieme anche a Tommaso Iannone portano immediata pressione su McAlister che perde palla in avanti.

A recuperarla è Andrea Pratichetti che ha spazio per muovere velocemente le gambe e servire poi Tommaso Benvenuti.

Il centro trevigiano finta il passaggio a Ludovico Nitoglia, si inserisce e resiste al tentativo di “francesina”, realizzando una splendida meta, simile per fattura a quella realizzata dallo stesso all’Aimè Giral contro Perpignan.

I Leoni si portano così in vantaggio per 7-8, ma Tobie Botes fallisce il tentativo di trasformazione, imitato pochi istanti dopo da McAlister che sbaglia un piazzato.

Il mediano di mischia sudafricano, tuttavia, si prende una rivincita personale al 21′, dopo un bel break di Robert Barbieri, portando a 4 i suoi.

Ottima la prova offerta dalla rimessa laterale italiana, ma tanta la sofferenza in mischia, dove il XV della Marca subisce molti calci di punizione.

Da uno di questi, a ridosso della linea di meta, Picamoles parte velocemente ma viene placcato ad un passo. Albacete raccoglie e schiaccia, come ravvisa il tmo, riportando nuovamente avanti i rossoneri 14-11.

Assolutamente coriacea e da applausi, comunque, la prova di tutti i giocatori del Benetton nel primo tempo.

Sugli scudi, in particolar modo, Robert Barbieri che proprio nel finale impegna Nyanga e lo costringe al “tenuto”.

Tobie Botes dalla distanza piazza un calcio monumentale che porta lo score in perfetta parità sul 14-14 alla fine della prima frazione di gioco.

La ripresa si apre nel peggiore dei modi per i Leoni.

Franco Smith cambia tutta la prima linea dalla prima mischia, ma lo stesso fa Noves e Michele Rizzo soffre la potenza di Montes.

Il pilone di Dolo rimedia così un cartellino giallo. In superiorità numerica, McAlister sfrutta lo spazzio al largo con un cross kick che trova pronto Clerc, per la marcatura numero 35 in Heineken Cup del miglior realizzatore della competizione.

Treviso, comunque, non si rassegna e continua a riprendere il proprio gioco, ottenendo un calcio piazzato che purtroppo Tobie Botes sbaglia al 13′.

Per 3/4 di gara, tuttavia, il Benetton resta in partita, giusto a distanza di una meta.

Al 22′ è Albacete a rompere la difesa e trovare un bel break, che consente poi a McAlister di allargare su Fritz per la meta numero quattro che consegna allo Stade Toulousain partita e punto di bonus.

Al 30′ Ludovico Nitoglia inventa dal nulla un’azione rubando palla ai Campioni di Francia e calciandola avanti, battendo in velocità gli avversari, ma l’ovale termina fuori prima di consentire all’ala romana di schiacciare in meta.

Un errore di handling, nel finale, consente a Huget di recuperare palla e volare verso la quinta marcatura pesante.

Lo Stade Toulousain conquista la ventinovesima vittoria casalinga consecutiva, imponendosi per 35-14, e riconquistando la vetta del girone con il pareggio 15-15 tra Ospreys e Leicester Tigers, in attesa della sfida decisiva a Welford Road la settimana prossima.


Share

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner acconsenti all’uso dei cookie.

OK MORE