HEINEKEN CUP: Presentazione del match con Tolosa

Treviso, 15 Ottobre 2012

Treviso, 16 ottobre 2012

Stade Toulousain e Benetton Treviso si affrontano per la seconda volta nella storia dell’Heineken Cup. La prima fu addirittura nella stagione d’esordio della massima competizione continentale per club di rugby.

Formula diversa e meno squadre, tanto che le due compagini si affrontarono in un unico match, senza quindi l’ormai consolidato schema ad andata e ritorno.

Era il 15 dicembre 1995 e l’incontro terminò con una sconfitta di misura per i Leoni per 18-9.

Protagonisti da entrambe le parti furono soprattutto i calciatori. Cinque calci piazzati ed un drop per il mediano di apertura Christophe Deylaud, nella squadra allora capitanata dal trequarti transalpino Emile Ntamack.

Un drop e due calci piazzati per la stella australiana Michael Lynagh, talento di un Benetton capitanato da Giovanni Grespan, attuale responsabile del settore giovanile biancoverde.

Lo Stade Toulousain è una delle società più antiche e prestigiose di Francia.

Fondato nel 1907, ha vinto il suo primo titolo nel 1912 e l’ultimo, il diciannovesimo della storia, proprio la scorsa stagione, sconfiggendo 18-12 in finale il Tolone.

La squadra dai colori rosso nero e bianco vanta, tra le altre cose, il record di diciannove semifinali consecutive, dal 1994 al 2012, nel Top 14.

Impressionante è, però, anche il ruolino di marcia in Coppa Europa.

Dalla stagione inaugurale nel 1995, la formazione francese ha sempre partecipato all’Heineken Cup, conquistandola ben quattro volte: nel 1996, 2003, 2005 e l’ultima nel 2010 sconfiggendo in finale il Biarritz.

In due occasioni, nel 2004 e nel 2008, è stata anche finalista, venendo tuttavia sconfitta da London Wasps e Munster.

Nelle ultime due stagioni, invece, non è riuscita a centrare l’obiettivo finale, fermandosi in semifinale contro Leinster nel 2010/2011 ed ai quarti contro Edinburgh nel 2011/2012.

Di assoluto livello la rosa a disposizione, dove ampia è la scelta di internazionali francesi, corroborati anche dalle presenze di ex Springboks ed All Blacks.

Capitano è lo stesso leader della Francia, il flanker Thierry Dusautoir, ma la vera forza del club risiede nella sua cultura rugbistica.

Presidente dal 1992 è Jean-Renè Bouscatel, mentre tecnico dal 1989 è il leggendario Guy Noves.

Negli ultimi anni, a questo decano degli allenatori francesi sono stati affiancati due ex giocatori dello Stade, l’ex mediano di mischia Jean-Baptiste Elissalde ed il tallonatore William Servat.

Lo stesso Noves, comunque, è Tolosano doc. Nato nella Ville Rose nel 1954, ha trascorsi da campione nazionale di atletica e anche come insegnante di educazione fisica.

A livello rugbistico, ha giocato ala dal 1975 al 1987 con Tolosa e ha all’attivo 7 caps dal 1977 al 1979 con la Nazionale Francese.

Nel 1989 ha iniziato ad allenare la squadra, portandola ad un totale di 10 successi nel Top 14, 2 Coppe di Francia e 4 Heineken Cup.

Il team disputa i propri incontri allo Stade Ernest-Wallon, con una capacità di 19.500 posti a sedere, ma trasferisce quelli principali allo Stadium Municipal, che può vantare 38.000 spettatori.

Non sarà dell’incontro, in quanto ritiratosi in estate, un possibile ex della sfida: il pilone sudafricano Daan Human.


Share

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner acconsenti all’uso dei cookie.

OK MORE