HEINEKEN CUP: Paul O'Connell: "Treviso è stato impressionante contro Perpignan"

Treviso, 13 October 2009

Limerick, 14 ottobre 2009

Mancano pochi giorni alla sfida tra Munster e Benetton Treviso, secondo turno dell’Heineken Cup 2009/2010, e l’eco della vittoria dei Leoni biancoverdi contro l’Usa Perpignan di sabato scorso continua a farsi sentire.

Anche nelle dichiarazioni post conferenza stampa di staff e atleti dei prossimi avversari, emerge il rispetto conquistato sul campo da Antonio Pavanello e compagni dopo l’impresa della prima giornata.

Shaun Payne, Team Manager del Munster, segnò una meta nel 2003 da estremo contro Treviso (nella foto un’immagine di quell’incontro con Stringer contrastato da Picone): “Il risultato del Benetton non è frutto di qualche magia. Sono una squadra dura da affrontare, specialmente in partenza.

Se si guardano i primi minuti dell’incontro si vede subito un maul feroce degli avanti del Treviso che riporta indietro di diversi metri quelli del Perpignan. L’approccio deve essere lo stesso di sempre.

Credo che dopo quel risultato, il Benetton si sia guadagnato molto rispetto. Conosco il tecnico Franco Smith e sono sicuro che non verrà qui per fare presenza e che si aspetterà che le sue truppe rispettino il piano di gioco.

Ci concentreremo sulla vittoria, cercando di fare del nostro meglio. Non vogliamo nemmeno pensare alla possibilità del punto di bonus”.

Paul O’Connell, capitano del Munster: “Treviso è un’ottima squadra. Sono stati impressionanti contro Perpignan e hanno dimostrato di avere una solida rimessa laterale.

Per il Benetton gioca ad esempio Van Zyl, che era nella linea dei saltatori dei Cheetahs quando erano il miglior team del Super 14 in touch. E poi hanno un ottimo maul e la mischia è davvero buona.

Si vede che sono ben preparati e che sanno esattamente cosa devono fare in ogni momento. Hanno battuto i Campioni di Francia e non importa cosa si possa dire, è un grande risultato.

Arriveranno qui con molta consapevolezza dei propri mezzi e con niente da perdere, quindi dovremo stare davvero attenti”.

L’estremo, Paul Warwick: “E’ stata un po’ una sorpresa per diverse persone, però ha dimostrato che non ci saranno partite facili quest’anno e che sarà un match difficile.

Non c’è niente di sicuro per noi. Non possiamo aspettarci di trovare squadre rilassate che ci lasciano passare con facilità, ma dobbiamo alzare il livello del nostro gioco. Speriamo di farlo partendo da sabato.

Hanno diversi elementi di buon livello come Luke McLean e Marius Goosen. Porranno sicuramente dei problemi e delle difficoltà diverse rispetto a Northampton, quindi dovremo sapere adattarci”.


Share

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner acconsenti all’uso dei cookie.

OK MORE