HEINEKEN CUP: Ospreys-Benetton Treviso 44-17

Treviso, 12 Gennaio 2012

Swansea (Galles), 13 gennaio 2012

MARCATORI: pt 3′ Bowe meta tr. Biggar; 5′ Burton p.; 9′ Biggar p.; 12′ Gori meta tr. Burton; 17′ Biggar p.; 19′ Beck meta; 32′ Beck meta tr. Biggar; st 6′ meta tecnica Ospreys tr. Biggar; 11′ Padrò meta tr. Botes; 29′ Fotuali’i meta; 38′ meta tecnica Ospreys tr. Morgan.
OSPREYS: Davies; Bowe (st 31′ Isaacs), Bishop, Beck, S. Williams; Biggar (st 22′ Morgan), Webb (st 22′ Fotuali’i); Bearman (st 12′ Thomas), Tipuric, T. Smith; Evans, Gough (st 31′ O’Toole); A. Jones (st 15′ Jarvis), Hibbard (st 7′ Bennett), James (st 7′ Bevington). All. Holley.
BENETTON TREVISO: B. Williams; Nitoglia, Sgarbi, Pratichetti (st 14′ Semenzato), Iannone; Burton (st 4′ Botes), Gori (st 37′ Van Zyl); Filippucci (st 25′ Picone), Zanni, Derbyshire (pt 17′ Vermaak); Bernabò, Padrò; Cittadini (st 4′ Fernandez Rouyet; st 34′ Cittadini), Sbaraglini, Rizzo (st 4′ Allori). A disp.: Ceccato. All. F. Smith.
ARBITRO: Doyle della Federazione Inglese.
NOTE: pt 25-10; spettatori: 5411; Heineken Man of the Match: Ashley Beck (Ospreys); calciatori: Ospreys (Biggar 5/6, Morgan 1/2), Benetton Treviso (Burton 2/2; Botes 1/1); punti in classifica: Ospreys 5, Benetton Treviso 0.

Sconfitta preventivabile arrivata al Liberty Stadium di Swansea per il Benetton Treviso, che subisce la mancanza di stimoli e l’eccessiva motivazione di vittoria del team gallese.

Parte male il Benetton Treviso, che prova ad attaccare con i trequarti, ma il passaggio di Kris Burton viene letto bene da Bowe, ala della Nazionale Irlandese, che intercetta e vola in meta al 3′.

La trasformazione di Biggar porta subito a 7 i gallesi, tuttavia Burton riduce il gap un paio di minuti più tardi, con un piazzato dai ventidue avversari, ma nuovamente Biggar centra i pali per il 10-3 dopo i primi dieci di gioco.

La reazione biancoverde nasce, un po’ come la meta degli Ospreys, da un errore in attacco. Bowe buca nuovamente la difesa ospite, ma sull’azione successiva i gallesi perdono palla.

La recupera Edoardo Gori che vola in meta, resistendo anche al ritorno di capitan Tipuric. Burton trasforma e pareggia i conti.

Gli Ospreys hanno, tuttavia, bisogno di vincere per continuare a mantenere vive le speranze di passaggio del turno e tornano ad allungare con un piazzato di Biggar.

Al 19′, poi, seconda meta degli Ospreys, con Webb che trova un varco tra Burton e Pratichetti e s’infila, riciclando poi per Beck che arriva fino in fondo, resistendo anche al placcaggio di Brendan Williams.

Il centro si ripete poi al 32′ dopo una buona resistenza difensiva dei Leoni. A bucare la difesa è stavolta Bishop che corre bene e trova il sostegno del compagno di reparto. 25-10, risultato con cui si conclude il primo tempo.

Nella ripresa, gli Ospreys cercano subito la quarta meta che può valere il bonus e vanno in rimessa laterale in due occasioni da calci di punizione.

Dal secondo tentativo nasce una bella azione che porta oltre la linea Bowe, ma l’ala è tenuta alta da Tommaso Iannone e Brendan Williams, come ravvisa il Tmo.

Dalla mischia successiva ai cinque metri, tuttavia, è forte la spinta del XV di Swansea che produce la meta tecnica che vale il punto aggiuntivo in classifica.

I biancoverdi devono ora fare la partita per cercare una difficile rimonta, ma riescono anche a segnare la seconda meta.

Buoni gli attacchi continui e veementi dei trevigiani, che hanno un buon break con Valerio Bernabò, sostenuto poi da Franco Sbaraglini ed infine da Gonzalo Padrò che schiaccia oltre la linea. Botes trasforma: 32-17.

Al 29′ della ripresa, gli Ospreys allungano ulteriormente, dopo una bella azione di Morgan, viziata forse da un passaggio in avanti, che manda in meta Fotuali’i.

Nel finale arriva nuovamente una meta tecnica che fissa lo score sul 44-17, grazie anche alla trasformazione di Morgan.


Share

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner acconsenti all’uso dei cookie.

OK MORE