HEINEKEN CUP: Leoni con Ulster, Leicester e Montpellier

Treviso, 04 Giugno 2013

Dublino (Irlanda), 5 giugno 2013

Si sono svolti oggi all’Aviva Stadium di Dublino, sede dell’ultima finale che ha visto il Tolone sconfiggere Clermont,i sorteggi di Heineken Cup per la prossima stagione.

Il Benetton Treviso è stato inserito nella Pool 5, con i finalisti di RaboDirect PRO12 dell’Ulster, i Campioni d’Inghilterra dei Leicester Tigers – già affrontati nell’ultima competizione – e la formazione francese del Montpellier.

Questi i gironi sorteggiati:

POOL 1: Leinster, Northampton Saints, Ospreys, Castres.

POOL 2: Toulon, Cardiff Blues, Glasgow Warriors, Exeter Chiefs.

POOL 3: Stade Toulousain, Saracens, Connacht, Zebre.

POOL 4: Clermont, Harlequins, Scarlets, Racing Metro.

POOL 5: Ulster, Leicester Tigers, Montpellier, Benetton Treviso.

POOL 6: Munster, Perpignan, Edinburgh, Gloucester.

Il Montpellier rappresenta per i Leoni una prima assoluta in Coppa Europa, mentre le altre due sono ormai nel novero delle formazioni tradizionali.

L’Ulster è un compagno di viaggio stabile per quanto riguarda il RaboDirect PRO12, con sei precedenti, una vittoria, un pareggio e quattro sconfitte.

In Heineken Cup le formazioni italiana e nord-irlandese si sono affrontate nella stagione 2001/2002 con doppia sconfitta trevigiana: 28-33 a Monigo e 59-3 a Belfast.

Per il bis si è poi dovuto attendere la stagione 2005/2006 con un’altra doppia sconfitta: 27-0 al Ravenhill e 26-43 nella Marca.

Quello con i Tigers di Leicester, ormai “orfani” del pilone azzurro Martin Castrogiovanni destinato a partire in estate, è invece un confronto più recente.

Le prime sfide risalgono al 2008/2009 con vittoria inglese per 16-60 a Monigo, dopo che i Leoni si trovarono sul 16-17 grazie alla meta orchestrata da Mark Gilbride e conclusa da Ben De Jager; e netto 52-0 a Welford Road.

La replica nella stagione 2010/2011. I Leoni guidati da un esordiente ma motivatissimo Tommaso Benvenuti (due mete ed un drop) stavano per sfiorare l’impresa a Monigo, prima che la meta di Alesana Tuilagi potesse porre la parola fine ai sogni di gloria per il definitivo 29-34.

Senza storia, invece, il match a Leicester, con un secco 62-15.

Gli ultimi, equilibrati confronti sono, tuttavia, proprio dell’ultima stagione.

Il 9 dicembre a Welford Road, Antonio Pavanello e compagni spaventarono alquanto le “tigri”, fermando però la propria rimonta sul 33-25.

Ancora meglio, ma anche tanta sfortuna, al ritorno il 15 dicembre, quando nel finale una meta tecnica condannò gli uomini di Franco Smith ad una sconfitta 13-14.

“Sono contento del sorteggio – ha affermato il tecnico sudafricano del Benetton – Come tutti i gironi, il nostro non fa eccezioni ed è molto duro, però sono squadre che conosciamo e non dobbiamo aver timori.

L’unica incognita vera è rappresentata dal Montpellier che non abbiamo sinora mai affrontato”.

Gli fa eco anche il Presidente del club biancoverde Amerino Zatta.

“Giocare a questi livelli, significa affrontare sempre avversari di grande qualità per cui una squadra vale l’altra per quanto riguarda il sorteggio.

Abbiamo giocato molte volte contro Leicester ed è una squadra conosciuta, soprattutto per le tante finali ed i molti titoli inglesi conquistati.

E’ una super corazzata, così come l’Ulster, formazione con la quale abbiamo pareggiato quest’anno a Belfast e abbiamo perso di un solo punto a Monigo.

E’ stata la finalista dell’ultimo RaboDirect PRO12 e quindi è chiaramente comprensibile come anche questa formazione sia un’autentica potenza.

L’incognita viene da Montpellier.

Il vero punto, tuttavia, resta la condizione della nostra squadra. Noi ci presentiamo in Heineken Cup ogni anno con la motivazione e la volontà di fare meglio dell’anno precedente.

Vogliamo continuare a migliorarci ed essere sempre più forti, credendo in noi stessi e cercando di dare il massimo”.


Share

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner acconsenti all’uso dei cookie.

OK MORE