HEINEKEN CUP: Benetton Treviso-Ospreys 26-26

Treviso, 18 November 2011

Treviso, 19 novembre 2011

MARCATORI: pt 5′ Burton p.; 19′ Bowe meta tr. Biggar; 22′ Burton p.; 25′ Biggar p.; 38′ Burton p.; st 3′ Rizzo meta tr. Burton; 7′ Biggar p.; 9′ De Jager meta; 13′ R. Jones meta tr. Biggar; 18′ Botes meta; 23′ Biggar p.; 40′ Morgan p..
BENETTON TREVISO: Nitoglia (st 11′ Semenzato); De Jager, Benvenuti, Sgarbi, B. Williams; Burton, Botes; Barbieri (st 31′ Padrò), Zanni, Vermaak (st 13′ Vosawai); Van Zyl, A. Pavanello; Cittadini (st 13′ Di Santo), Ceccato (st 16′ Sbaraglini), Rizzo (st 29′ Fernandez Rouyet). A disp.: Bernabò, De Waal. All. Smith.
OSPREYS: Fussell (st 30′ Morgan); Bowe, Bishop, Beck, S. Williams; Biggar (st 31′ Isaacs), Fotualii (pt 40′ Webb); Thomas, Tipuric, Stowers (st 34′ Gough); Evans (st 9′ Bearman), R. Jones; Jarvis (st 31′ Griffiths), Hibbard, D. Jones (st 4′ Bevington). A disp.: Davies. All. Holley.
ARBITRO: Gauzere della Federazione Francese.
NOTE: pt 9-10; cartellino giallo a: Benvenuti (st 21′); Heineken Man of the Match: Michele Rizzo (Benetton Treviso); spettatori: 4500 circa; calciatori: Benetton Treviso (Burton 4/6), Ospreys (Biggar 5/7, Morgan 1/1); punti in classifica: Benetton Treviso 2, Ospreys 2.

Sogna l’impresa il team di Franco Smith e fino ad un minuto dalla fine stava per portare a casa una vittoria eccezionale. Un calcio all’ultimo, porta invece due punti ed un pareggio 26-26.

Il Benetton parte bene con una buona azione in attacco che non porta risultati per quanto riguarda la meta, ma che frutta un calcio di punizione realizzato da Kris Burton.

I primi pericoli per il team di casa arrivano al 9′ con il break di Bowe, sostenuto da Fotualii, ma il passaggio al largo per Tipuric, praticamente libero di volare in meta, è in avanti.

All’11’ Brendan Williams sembra lanciato in meta, ma l’arbitro Gauzere interrompe l’azione per un doppio “in avanti”, prima di Bowe e poi di Antonio Pavanello. Si resta così sul 3-0.

Gli Ospreys provano a pareggiare con un calcio dalla distanza di Biggar, che però termina a lato e nulla cambia.

Al 17′ Ryan Jones, seconda linea gallese, prova il drop senza successo. Ma si tratta solo di un tentativo effettuato grazie ad un vantaggio concesso. Biggar, però, sbaglia malamente.

Passano solo due minuti, tuttavia, e la formazione ospite segna con uno degli elementi più temuti: l’ala irlandese Tommy Bowe, che trova un varco interno e resiste ad un paio di placcaggi per allungarsi oltre la linea di meta.

Biggar trasforma e si va sul 3-7. La replica è nuovamente affidata al piede di Burton che porta i biancoblu (divisa di coppa) a -1.

La battaglia tra le due aperture continua con Biggar che piazza al 25′ riportando i suoi a 4. Burton al 28′ prova a replicare con un drop, ma la palla termina fuori di poco.

Il mediano italoaustraliano, comunque, si fa perdonare al 38′ realizzando un altro calcio dalla distanza, anche grazie all’aiuto del palo interno. La prima frazione di gioco termina, così, 9-10.

Parte alla grande nella ripresa il XV della Marca, che imposta un maul avanzante al 3′. Michele Rizzo si stacca e resiste, arrivando fino alla meta. Burton trasforma: 16-10.

Biggar replica qualche minuto dopo con un piazzato dopo una bella azione personale di Shane Williams con gli Ospreys vicini alla marcatura pesante.

Antonio Pavanello e compagni, però, oggi sono in giornata di grazia e due minuti dopo Benjamin De Jager trova un varco, disorienta Shane Williams con una serie di finte e si tuffa in meta per il 21-13.

La replica arriva, tuttavia, da una disattenzione difensiva trevigiana che porta in meta Ryan Jones. Biggar trasforma e si torna a breve distanza: 21-20.

La partita si vivacizza sempre più e al 18′ del secondo tempo, Benvenuti fa il break e serve all’ala Tobias Botes, schierato al largo al posto di Ludovico Nitoglia, uscito per una contrattura e sostituito da Fabio Semenzato.

Il sudafricano corre resistendo al rientro di Bowe e arriva fino in fondo con meta in tuffo all’angolino: 26-20.

Inizia, però, un momento difficile per il Benetton, con Tommaso Benvenuti che rimedia un cartellino giallo per un placcaggio pericoloso e Biggar che riporta i suoi a -3.

Pericoloso l’attacco gallese al 28′ con Shane Williams che trova il varco tra Antonio Pavanello e Michele Rizzo e serve poi al largo Bowe. Bravo Brendan Williams a placcare fuori l’ala irlandese.

Sul finale arriva la beffa per i Leoni. Un tenuto di Gonzalo Padrò regala al giovane Morgan, esordiente in Heineken Cup, il piazzato del pareggio.


Share

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner acconsenti all’uso dei cookie.

OK MORE