HEINEKEN CUP: Benetton Treviso-Leicester Tigers 13-14

Treviso, 14 December 2012

Treviso, 15 dicembre 2012

MARCATORI: pt 14′ Thompstone meta tr. Ford; 27′ meta tecnica Benetton Treviso tr. Di Bernardo; 36′ Di Bernardo p.; st 6′ Di Bernardo p.; 37′ meta tecnica Leicester Tigers tr. Ford.

BENETTON TREVISO: McLean; Nitoglia, Loamanu, Sgarbi, Iannone; Di Bernardo (st 38′ Burton), Gori (st 1′ Semenzato); Vosawai (st 16′ Derbyshire), Budd (st 16′ Favaro), Zanni; Van Zyl (st 38′ Bernabò), Minto; Cittadini (st 38′ Muccignat), Ghiraldini (st 38′ Sbaraglini), Rizzo (st 34′ Fernandez-Rouyet). All. F. Smith.

LEICESTER TIGERS: Tait; Morris, Tuilagi, Allen, Thompstone (st 7′ Murphy); Ford, B. Youngs; Waldrom (pt 24′ Crane), Salvi, B. Deacon; Parling, L. Deacon; Cole (st 19′ Castrogiovanni), T. Youngs, Ayerza (st 19′ Mulipola). A disp.: Chuter, Kitchener, Harrison, M. Smith. All. Cockerill.

ARBITRO: Rolland della Federazione Irlandese.

NOTE: pt 10-7; cartellino giallo a: Rizzo (pt 17′), Loamanu (st 26′); spettatori: 3500 circa; Heineken Man of the Match: Alessandro Zanni (Benetton Treviso); calciatori: Benetton Treviso 3/4 (Di Bernardo 3/4), Leicester Tigers 2/4 (Ford 2/4); punti in classifica: Benetton Treviso 1, Leicester Tigers 4.

Ancora una volta è la sfortuna a mettersi di mezzo tra il Benetton e la vittoria contro i vice-campioni inglesi dei Leicester Tigers.

La prima occasione per segnare è dei Tigers che al 6′ falliscono con Ford un tentativo di calcio piazzato dalla distanza.

Per vedere la prima meta bisogna aspettare il 14′, quando Edoardo Gori gioca con un calcetto nei ventidue avversari dopo alcune fasi di avanzamento.

Ben Youngs chiama il mark e gioca velocemente, trovando il sostegno di Tait ed Allen che dialogano per tutta la lunghezza del campo, con difesa sguarnita, innescando poi Thompstone che realizza.

Piove sul bagnato per i Leoni, e non solo per le condizioni climatiche, visto che dopo aver subito la meta, restano anche con l’uomo in meno, per un cartellino giallo comminato a Michele Rizzo per stamping.

Fortunatamente nessun punto subito in quattordici per Treviso che, appena rientra il pilone sinistro, conquista una touch e avanza in maul.

Salvi fa crollare il pacchetto e l’arbitro Rolland concede al Benetton la meta tecnica del pareggio.

Alberto Di Bernardo prova anche a portare avanti i suoi al 33′ con un calcio dalla distanza, che tuttavia termina corto di poco.

Lo stesso mediano di apertura italo-argentino si fa, comunque, perdonare tre minuti più tardi, realizzando la punizione del 10-7, risultato con cui si conclude un’equilibrata prima frazione di gioco, anche grazie al calcio sbagliato allo scadere da Ford.

La ripresa si apre nuovamente nel segno di Alberto Di Bernardo, che realizza i primi tre punti, portando a 6 il XV della Marca.

Il secondo tempo è tutto fatica e sacrificio per il Benetton, che resta saldamente nella propria metà campo senza riuscire ad uscirne, ma che tiene anche fino all’ultimo quarto di gara con una difesa stoica.

Treviso entra nei ventidue del Leicester per la prima volta al 26′ quando Alberto Di Bernardo prova un drop che termina di poco a lato.

Nel momento più delicato, però, Leonardo Ghiraldini e compagni restano ancora una volta con l’uomo in meno, per un cartellino giallo preso da Christian Loamanu per un placcaggio in ritardo su Murphy.

Purtroppo proprio un attimo prima del rientro del centro, arriva inesorabile la spinta della mischia dei Tigers che, dopo alcuni tentativi, riesce a far commettere fallo agli avanti trevigiani e ad ottenere la meta tecnica che vale il definitivo 13-14.


Share

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner acconsenti all’uso dei cookie.

OK MORE