tebmc

TITO TEBALDI ED IAN MCKINLEY ANCORA IN BIANCOVERDE!


 

Treviso, 13 Marzo 2017

 

Dopo le conferme di Giorgio Bronzini e Nicola Quaglio annunciate nelle scorse settimane, il Benetton Rugby è lieto di comunicare quelle di Tito Tebaldi ed Ian McKinley, protagonisti della linea mediana al loro primo anno in biancoverde.

Tebaldi, mediano di mischia classe 1987 è cresciuto nelle file del Noceto Rugby, squadra in cui ha avuto modo di mettersi in luce. Nel 2006 è passato al Gran Ducato Parma, facendo il suo esordio giovanissimo in Super 10 e in Challenge Cup. Nella stagione 2008-09 è finito sotto osservazione dell’allora C.T. della Nazionale Maggiore Nick Mallett, che lo ha inserito nella lista dei convocati del tour estivo del 2009 e proprio in quell’occasione ha fatto il suo esordio nel test inaugurale contro l’Australia.

Con la maglia azzurra ha partecipato prima ai Cariparma Test Match del 2009, in cui un suo drop è stato determinante nella partita vinta contro Samoa, e successivamente al Sei Nazioni 2010. In quell’estate si trasferisce agli Aironi in Celtic League con i quali ha giocato due stagioni prima di passare alle Zebre per una sola stagione.

Infine nella stagione 2013/2014 la sua esperienza celtica è proseguita nella franchigia gallese degli Ospreys prima di trasferirsi a Londra agli Harlequins Rugby in Premiership. Arrivato a Treviso questa stagione, Tito ad oggi ha indossato la maglia biancoverde 17 volte nelle quali ha dimostrato di essere un giocatore esperto, dalle ottime abilità tecniche e dotato inoltre da un buona precisione al piede.

“Sono molto soddisfatto dello spazio che quest’anno, nonostante l’elevata concorrenza nel mio ruolo, sono riuscito a ritagliarmi in squadra; sicuramente avrei sperato in qualche risultato migliore a livello collettivo. Voglio finire bene questa stagione e non vedo l’ora di ricominciarne una nuova, ripartendo da quanto di buono fatto ed essendo consapevoli di avere dalla nostra parte l’esperienza di aver giocato un anno insieme utile per affinare la nostra intesa in campo. – queste le dichiarazioni del mediano di mischia biancoverde.

L’altra conferma riguarda il nostro mediano di apertura Ian McKinley. Cresciuto nell’Academy del Leinster, ha fatto il suo esordio in Pro12 nella stagione 2008/09 proprio con la franchigia irlandese della provincia di Dublino. Nello stesso anno ha partecipato, da capitano della nazionale U20 irlandese, ai campionati del mondo in Giappone.

Nel gennaio del 2010, durante una partita con la sua squadra universitaria, il College Dublin, Ian ha subito un grave infortunio: in punto d’incontro, per una frazione di secondo il tacchetto di un suo compagno gli è entrato nell’occhio sinistro lesionandogli la vista. Nonostante la vista dall’occhio colpito fosse ridotta del 50%, nel febbraio del 2011, ha ripreso a giocare in Pro12 sempre con la maglia del Leinster collezionando 4 presenze, una di queste proprio contro il Benetton Rugby, gara in cui ha realizzato una meta venendo nominato man of the match.

Con il passare dei mesi Ian ha perso definitivamente la vista dall’occhio sinistro, a quel punto è cominciata la sua parentesi nei panni di tecnico. Dopo una prima esperienza nell’Academy del Leinster, è arrivato in Italia accettando la proposta del Leonorso Rugby Udine come allenatore dell’U.16. Ma la voglia mai persa di tornare a giocare da protagonista e il sostegno del fratello, hanno fa sì che Ian nel marzo del 2014 tornasse in campo da giocatore indossando degli speciali occhiali protettivi “Rugby Goggles”, approvati in via sperimentale dalla federazione internazionale World Rugby. In quella partita con la maglia del Leonorso contro l’Oderzo segnò due mete.

Nella stagione 2014/2015 viene ingaggiato dal Rugby Viadana ed Ian approda così nel massimo campionato italiano, nel suo primo anno di Eccellenza mette a segno 148 punti in 18 incontri. Nell’aprile 2015 arriva anche la convocazione da parte dei Barbarians. McKinley ha lasciato la scorsa estate Viadana dopo 35 presenze e 268 punti.

Nella sua prima stagione in Benetton Rugby, Ian ha al momento collezionato 21 presenze e 45 punti, dimostrandosi un’apertura dalle buone intuizioni personali, che ama attaccare la linea e soprattutto capace di districarsi trovando i varchi giusti nelle difese avversarie.

Queste le dichiarazioni dell’apertura irlandese: “Sono molto contento di rimanere a Treviso e continuare a giocare nella competizione che avevo lasciato 5 anni fa. Desidero lavorare ogni giorno duramente al fine di costruire un futuro positivo con questa maglia”.

 

Il direttore sportivo Antonio Pavanello, si è espresso così sulle conferme: “Siamo estremamente soddisfatti di aver investito su Tito ed Ian, sono entrambi due giocatori professionali, da esempio per tutta la squadra. Sino ad oggi hanno ripagato la nostra fiducia dimostrando di essere una coppia di mediani solida, sulla quale poter fare affidamento. Tebaldi è tornato in Italia facendo vedere sia la fame di giocare accumulata nelle passate stagioni nelle quali ha trovato poco spazio che l’importante bagaglio tecnico di cui è dotato. McKinley è anche lui un giocatore di classe, l’infortunio all’occhio ha soltanto rallentato la sua carriera, ma la forza di volontà e le qualità tecniche lo hanno presto riportato a giocare a questi livelli, peraltro già intrapresi a soli vent’anni con il Leinster”.

 




NEWSLETTER

NEXT MATCH: Glasgow Warriors vs Benetton Rugby