RABODIRECT PRO12: Benetton Treviso-Leinster 20-30


Treviso, 26 novembre 2011

MARCATORI: pt 1′ Auva’a meta tr. McFadden; 4′ Botes p.; 8′ Carr meta tr. McFadden; 12′ e 21′ Botes p.; 24′ McFadden p.; 31′ Botes p.; st 5′ Botes p.; 8′ McFadden p.; 11′ Vosawai meta; 15′ McFadden p.; 24′ O’Malley meta tr. McFadden.
BENETTON TREVISO: McLean; De Jager (pt 39′ Semenzato), Benvenuti, Sgarbi, Williams; Burton, Botes; Barbieri (st 9′ Vosawai), Zanni, Derbyshire; Bernabò (st 9′ Vermaak), A. Pavanello (st 32′ Minto); Cittadini (st 18′ Muccignat), Ceccato (st 9′ Sbaraglini), Rizzo (st 9′ Fernandez Rouyet). A disp.: Di Bernardo. All. Smith.
LEINSTER: Fitzgerald; McFadden, O’Malley, D’Arcy (st 33′ Macken), Carr; Madigan, Reddan (st 25′ Boss); Auva’a (st 11′ Heaslip), Jennings, Ruddock; Toner, Browne (st 25′ McLaughlin); Hagan (st 10′ White), Cronin, Healy (st 23′ McGrath). A disp.: Dundon, Reid. All. Schmidt.
ARBITRO: Clancy della Federazione Irlandese.
NOTE: pt 12-17; cartellino giallo a: Jennings (st 35′); spettatori: 4600 circa; RaboDirect man of the match: Alberto Sgarbi (Benetton Treviso); calciatori: Benetton Treviso (Botes 5/8), Leinster (McFadden 6/6; Madigan 0/1); punti in classifica: Benetton Treviso 0, Leinster 4.

Paga alcuni errori ed alcuni momenti di distrazione, soprattutto all’inizio, la formazione allenata da Franco Smith, contro i Campioni d’Europa del Leinster.

Parte male il Benetton Treviso. Sul calcio d’invio, Benjamin De Jager non controlla, perdendo palla in avanti. Gli ospiti recuperano ed impostano l’attacco.

La palla arriva al terza linea neozelandese Auva’a che si infila nella difesa biancoverde e realizza la meta del vantaggio irlandese.

La replica è affidata all’estro di Brendan Williams, che semina avversari, ma perde poi palla. Il calcio di Madigan, tuttavia, termina fuori direttamente e sulla successiva rimessa laterale, il XV della Marca conquista un calcio, ben piazzato da Tobie Botes.

Il Leinster sembra comunque squadra diversa rispetto a quella vista a Monigo lo scorso anno e all’8′ raddoppia con Carr.

Il break lo fa O’Malley, ben sostenuto dall’estremo Fitzgerald, bravo a riciclare all’interno per l’ala ex Connacht che porta i suoi a 14, grazie anche alla trasformazione di McFadden.

Treviso reagisce ancora una volta con il piede di Botes, dopo una buona penetrazione degli avanti, in particolar modo con Lorenzo Cittadini e Michele Rizzo.

Il mediano di mischia sudafricano si ripete al 21′ ed il Benetton si riporta sotto break. L’illusione dura, però, poco e McFadden riporta i Dubliners a 8.

La battaglia tra i due calciatori continua al 31′, con Botes che centra i pali per il 12-17, risultato con cui si conclude la prima frazione di gioco.

La ripresa vede ancora il Benetton cercare la rimonta. Botes realizza al 5′ e riporta vicinissimi i suoi, a soli due punti di distanza.

La sfida nella sfida con McFadden continua e l’ala del Leinster riporta a 5 i suoi, ma i biancoverdi impattano all’11.

Splendido spunto di Brendan Williams e Tobie Botes, con il mediano di mischia, schierato all’ala dopo l’uscita di Benjamin De Jager, che calcia a scavalcare la difesa.

Il rimbalzo favorisce il team ospite, ma bravo è Alberto Sgarbi a placcare e portare il diretto avversario dentro l’area di meta.

Dalla mischia, esce palla in mano Manoa Vosawai che realizza la meta. L’arbitro Clancy chiede l’ausilio del Tmo, ma non sembra esserci alcun dubbio.

Pochi minuti dopo, nuova reazione dei biancoblu che riportano in piazzola McFadden per il nuovo vantaggio irlandese.

Botes al 18′ ha una nuova occasione per pareggiare, ma sbaglia malamente sulla sinistra dei pali. Fortunatamente, nemmeno a Madigan riesce un estremo tentativo da oltre cinquanta metri.

Il Benetton subisce, però, la terza meta al 24′. Ancora un’ingenuità difensiva, con linea che sale male ed il centro O’Malley che trova lo spazio giusto nell’intervallo tra Sgarbi e Vermaak e vola al centro dei pali.

Il Benetton nel finale cerca l’assedio e prova a riportarsi a distanza di bonus, ma Botes sbaglia ancora a cinque minuti dal fischio.

Con due giri di lancette mancanti, è Paul Derbyshire a trovare un buon varco, ma il suo passaggio per Botes all’ala è mal portato e l’occasione sfuma.

Il risultato non cambia più ed il Leinster si vendica della sconfitta dello scorso anno, imponendosi a Treviso per 20-30.




NEWSLETTER

NEXT MATCH: Benetton Rugby vs Scarlets